Scuole per Giovani

Studio e Ricerca

Giovani ed Edc

E' un rapporto molto forte quello che lega Edc ai giovani e fin dal suo sorgere nel 1991, quando Chiara Lubich invitò le nuove generazioni a “spendere le proprie energie per questo programma” affidando loro in particolare “l’approfondimento culturale”, quel passaggio dall’esperienza di vita di EdC ad una “teoria” da poter diffondere, nel settore economico, teologico, sociologico e filosofico. Oggi sono molte le risorse che è possibile offrire ai giovani che intendano approfondire la conoscenza di Economia di comunione e farne argomento di studio.

In questa sezione sono raccolte tutte le news che riguardano la formazione ed i giovani.

Asunción: una scuola per ripartire più forti

Si è conclusa la Scuola Interamericana Edc 2016: profondissime le conclusioni, con molte scoperte e la gioia di nuove energie in un cammino condiviso con nuovi amici-fratelli come compagni di strada

di Silvano Malini

160808 12 Asuncion Scuola Intermericana 2016 15 ridPer chi li ascolta ammirato, sono piccoli eroi. Ma loro non si sentono tali. Vivono così, semplicemente perché sentono che è la cosa giusta e più “indovinata” da fare, e perché è un fatto, ne più ne meno, di vocazione. Non parliamo solo degli imprenditori EdC consolidati, ma anche di questi giovani “alunni” che si sono buttati anima e corpo in questa avventura.

Xandra, per esempio, da adolescente attraversò con la famiglia momenti molto difficili, e l’EdC è stata la sua ancora di salvezza.

Ora dimostra il “successo” di questa nuova cultura non tanto perché ha potuto poi aiutare160808 12 Asuncion Scuola Intermericana 2016 11 rid altri, ma perché il suo centro estetico dà lavoro a due ragazze e perché con il suo lavoro costruisce reciprocità e testimonia comunione a clienti, fornitori, e alla società che la circonda. Anche lei, come Dalila, ha aperto una ditta, l’ha chiusa, si è rialzata ed ha ricominciato. E giura che, nonostante la grave crisi economico-politica che attraversa il suo Brasile, non ne sente minimamente gli effetti. Merito del “socio nascosto”?

Forse anche per queste vicissitudini, tra le domande agli imprenditori c’è la richiesta di raccontare i fallimenti, di ogni tipo. Germán e Matías allora raccontano gli smacchi che l’incomprensione dei valori EdC vissuti hanno causato. Rapporti che, nonostante ogni 160808 12 Asuncion Scuola Intermericana 2016 14 ridsforzo, non si ricompongono, progetti frustrati, scommesse perse con collaboratori sostenuti ma disonesti. Anche questo fa bene ascoltarlo, e fa parte dell’apprendimento “trinitario” di questa scuola nella quale - come Ramon, uno dei pionieri argentini, sottolinea - “impariamo tutti l’uno dell’altro”.

Come spiegare l’EdC (linguaggio accessibile e laico, sì, ma occorrono anche termini scientifici per farne una dottrina economica, appunta Cecilia Di Lascio, filosofa e docente), come superare le difficoltà (“non dobbiamo fuggirne, non sono una maledizione ma possibilità di amare di più”, propone Raul Di Lascio, imprenditore edile), in che modo si distribuiscono gli utili e come non creare 160808 12 Asuncion Scuola Intermericana 2016 16 riddipendenze (la risposta e la lezione, dalla visita al quartiere San Miguel), come distinguere la sana ambizione dalla ricerca di status o benessere, sono alcune delle domande concrete e incisive dei giovani, che aprono le porte a un’edificante condivisione di esperienze e a una ricerca collettiva di soluzioni e piste da percorrere.

E di proposte. Yamil, di Puebla (Messico), lancia il suo progetto di “networking attivo”. Nella sua città ha invitato una quindicina di giovani imprenditori delle più svariate aree a ritrovarsi per fare sistema e darsi una mano reciproca verso la realizzazione dei loro progetti. Nel primo incontro erano già trenta! Poi l’università e l'azienda dove lavora hanno messo a disposizione risorse e know-how, ed il progetto è cresciuto. In ogni incontro quindicinale, un’imprenditore offre la sua conoscenza, e il dialogo coi ragazzi apre nuove prospettive. Di lì l’idea per 160808 12 Asuncion Scuola Intermericana 2016 Todo Brillo 12 ridl’approfondimento tecnico del successivo appuntamento. Una proposta che ha riscosso entusiasmo perché crea e moltiplica sinergie di saperi, commerciali e operative. È questo tipo di progetti ciò di cui i giovani imprenditori EdC ed aspiranti tali hanno bisogno. Dal Messico, in video, Luis Alonso propone il nuovo EoC-IIN Economy of Communion International Incubating Network.

Mercoledì, giorno di “gita scolastica”: visita al quartiere San Miguel di Capiata, alla Dispensa Santa Rita e all’impresa di pulizie leader del paese Todo Brillo. Tutti colpiti dalla gente e dal clima del quartiere, a San Miguel. I bambini della scuola Unipar (la gestisce l’omonima ong de los Focolares. Unipar: “Unidadad – Participación”) irradiano affetto e, soprattutto, amore concreto che apprendono (e insegnano!) con il “Dado dell’Amore”. Giovani e adulti sono ormai padroni del loro destino, grazie a un’efficace trentennale opera di empowerment locale. “Ho visto una comunità che si trasforma”, ha commentato Maria Luisa, del Messico.

Julio e Ninfa gestiscono la Dispensa Santa Rita in un quartiere popolare di Aregua. Non 160808 12 Asuncion Scuola Intermericana 2016 Despensa Santa Rita 13 ridcomprano di contrabbando nella vicina città argentina di Clorinda, e “perdono” tempo a frazionare la merce in pacchetti da 10.000 guaranì, alla portata dei clienti. Ciò farà dire a Matías, del Paraguay, “ho capito che la grandezza di un’azienda non sta nel fatturato, ma nei valori che si vivono al suo interno”.

Ricchezze e povertà nell’Edc” è stato il “provocante” tema trattato dal professor Juan José Medeiros, uruguayano stabilitosi in Messico. La storica Diana Durán ha offerto un originale apporto sulle analogie dell’EdC con la cultura socioeconomica degli indigeni guaranì, stirpe che è alla radice del Paraguay ed è ancor oggi presente nel paese, oltre che in zone dell’Argentina, del Brasile e della Bolivia. Un lungo e stimolante dialogo via 160808 12 Asuncion Scuola Intermericana 2016 17 ridskype con Luigino Bruni, Anouk Grevin e Luca Crivelli della Commissione Centrale dell’EdC e con Rebeca Gomez Tafalla e Florencia Locascio di EoC-inn hanno completato il programma.

Profondissime le conclusioni, con molte scoperte e la gioia di nuove energie in un cammino condiviso che si apre sempre di più, e con nuovi amici-fratelli come compagni di strada. Ed anche con una stretta al cuore: ci si sente fratelli davvero, e occorre separarsi.
Ma non è che un arrivederci a settembre (congresso a Salta, Argentina) a Cuba (lancio dell’EoC-INN) o a Roma.

Prima o poi ci si ritroverà per condividere “gioie, dolori, angustie e speranze” e ripartire più forti.

Icona Flickr rid vai alla photogallery

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

4-6 febbraio 2019 (Libro di Qoélet) - 24-26 giugno 2019 (Libro di Geremia)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

4-6 febbraio 2019 (Libro di Qoélet) - 24-26 giugno 2019 (Libro di Geremia)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 1171 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it