Scuole Edc Italia

Milano: produrre, consumare, risparmiare/investire responsabilmente

Si è svolta il 28 febbraio la seconda lezione della Scuola Popolare di Economia Civile e di Comunione a Milano

di Andrea Penazzi

150228 specedc mi partecipanti3La Scuola Popolare, promossa da Commissione EdC e soci AIPEC di Lombardia/NO/VB, ha vissuto il suo secondo momento dopo quello di novembre (e il "recupero" di gennaio per gli assenti).  In questo appuntamento di fine febbraio (a cui erano presenti una trentina di persone) si è dialogato sul tema della responsabilità declinata nei vari ambiti del produrre, del consumare, del risparmiare/investire.

Tra gli spunti su cui ci si era preparati nei giorni precedenti riprendiamo qui solo il primo citando le parole di Adriano Olivetti per l’inaugurazione dello stabilimento di Pozzuoli (23 aprile 1955) "[…] Può l'industria darsi dei fini? Si trovano questi semplicemente nell'indice dei profitti? Non vi è al di là del ritmo apparente qualcosa di più affascinante, una destinazione, una vocazione anche nella vita di una fabbrica? Possiamo rispondere: c'è un fine nella nostra azione di tutti i giorni, a Ivrea, come a Pozzuoli. E senza la prima consapevolezza di questo fine è vano sperare il successo dell'opera che abbiamo intrapresa [...]."

I tre interventi iniziali di Giorgio Zubani (imprenditore - Valledoro Spa, Brescia), 141129 SPECEdC lombardia-no-vb 007Luisella Brambilla e Pietro Salis, Flavio Capovilla hanno proposto rispettivamente ulteriori spunti sull'impegno a produrre responsabilmente, sul consumare in maniera critica (anche attraverso la personale esperienza di un gruppo di acquisto solidale nella città di Milano) e sull'essere attenti anche alle forma di risparmio e di investimento finanziario.
Il dialogo (stimolato pure da talune citazioni cinematografiche) è stato come sempre ampio. Sono emerse da parte di alcuni dei partecipanti anche le grandi difficoltà del proprio agire quotidiano (nel settore pubblico così come in quello privato); forte il richiamo all'importanza anche di leggi nuove per una economia nuova.

Rinnovato l'impegno a trovare forme per "rimanere in contatto" e così anche attraverso i social media si è deciso di facilitare lo sviluppo di questo "laboratorio formativo". Tra i partecipanti si è dato poi il via a latere della Scuola anche a un possibile percorso di approfondimento sul tema specifico dell'innovazione. E altri potranno seguire.

Al termine della “Scuola” pure in questa occasione abbiamo continuato a "stare assieme" per il pranzo: semplice ma particolare anche questa volta grazie ai "Cuochi a colori" (di One World).

Prossimo appuntamento il 18 aprile (vedi presentazione complessiva della "Scuola").

Seguici su:

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 618 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.