Scuola di Economia Civile (SEC)

corsi avanzati, corsi specialistici, laboratori di Economia Civile

Image

Corsi avanzati, corsi specialistici, laboratori di Economia Civile...

La missione di SEC è diffondere nel mercato, nelle organizzazioni e nelle imprese il paradigma economico-relazionale dell'Economia civile, centrato sulla reciprocità, sul bene comune e sulla persona che ne promuove la ricerca con efficienza ed equità.

SEC si rivolge con una particolare attenzione agli imprenditori e ai dirigenti delle imprese, delle organizzazioni senza scopo di lucro, di quelle a movente ideale, della pubblica amministrazione, offrendo un'esperienza di apprendimento capace di generare metodi e modalità di governo fondati sui principi dell'Economia civile

Un secondo ambito co-essenziale della SEC è il mondo della scuola, nel quale la 130920 SEC 06 ridscuola si rivolge a insegnanti e studenti, forti della convinzione che senza una nuova cultura economica e del lavoro è difficile immaginare un futuro sostenibile.

SEC intende diventare un riferimento nazionale per la diffusione dell'economia civile e un interlocutore internazionale qualificato, offrendo corsi in cui la conoscenza e l'apprendimento scaturiscono dalla continua ricerca e sviluppo della comunità internazionale dei docenti, dall'esperienza sul campo di operatori qualificati, dal confronto con la realtà portata nei corsi stessi.

SEC propone un contesto didattico che si sostanzia nel dialogo e nell'interazione attiva tra docenti e partecipanti, con attenzione all'apprendimento di ciascuno, sviluppato tra approfondimenti teorici, laboratori concreti, casi portati dai partecipanti stessi, insieme all'esperienza di imprenditori ed esperti.

Image

Per informazioni:

Scuola di Economia civile srl
Polo Lionello Bonfanti - Località Burchio
50064 Figline e Incisa Valdarno (FI)
tel. +39 055 83.30.400 - cell. +39 380 1509545 - fax +39 055 83.30.444

e-mail: segreteria@scuoladieconomiacivile.it 
web: www.scuoladieconomiacivile.it
vai alla
 photogallery SEC

Button FB

Da SEC, la Summer School di Economia Civile per insegnanti

Si è conclusa la a Martina Franca (Ta) la seconda edizione della scuola: da Isaia ai vigneti abbattuti nel Sud

di Elena Manigrasso

160909 Martina Franca SEC Bruni ridÈ l’ultimo giorno di Scuola formazione docenti sul pensiero economico contemporaneo legato alla Economia Civile e alla scuola degli Illuministi Napoletani, corso realizzato in collaborazione con SEC e voluto fortemente dall’AMEC e dall’Università Cattolica del Sacro Cuore.

La scuola ha aperto le sue porte ai corsisti il 7 Settembre 2016, presso Casa San Paolo a Martina Franca (Ta) per chiudere con un arrivederci gli incontri oggi 9 Settembre. Tanti i docenti che si sono passati il testimone in questi giorni di studio: Leonardo Becchetti, Luigino Bruni, Luca Raffaele, Daniele Nuzzi, Simona Internò,  e tanti i dirigenti e docenti che hanno offerto la loro testimonianza. Il professor Bruni è entrato nel vivo della questione sin dai primi minuti di lezione dal titolo: Il paradigma dell’Economia civile, scuola del “noi” per un nuovo progetto di futuro. “Cari docenti vi offro subito un esempio di unità didattica da elaborare insieme ai vostri alunni. Io parto dalle parole di Isaia, ma voi potete partire da qualsiasi citazione e da qualsiasi pensiero, che siano legati chiaramente a valori come la fraternità, il dono, la reciprocità. Ciò che è importante è fare bene quello che si fa, spenderci del tempo, prendere tutto il tempo possibile. Si può anche lavorare partendo dalla cultura del cibo, dei piatti tipici. Quello che è avvenuto nei giorni del terremoto in Abruzzo, Marche, Umbria non è un fatto da poco: aiutare scavando con le mani, riportare alla vita uomini donne bambini da parte di migliaia di volontari ha fatto il giro del mondo, ha commosso il mondo. Riportare alla vita una città come Amatrice facendo riemergere i suoi odori e sapori è anche un fatto importante, è quel 160909 Martina Franca SEC Bruni 2 ridsenso di appartenenza del paese e delle sue tradizioni di pavesiana memoria che spicca da questa esigenza. Adam e Adamà in ebraico hanno la stessa radice che significa “terra” come anche le parole Latine di homo e humus. L’uomo e la sua terra, oppure l’uomo è la sua terra. La storia dell’umanità si scrive nel significato delle parole stesse, sulle pietre delle cattedrali, sui prodotti della terra. Questa è l’amatriciana per Amatrice. Una città non è mai distrutta se resiste un suo odore e sapore, una sua caratteristica, una sua officina. Si pensi ai testi biblici: non è un caso che l’uomo incontri Dio mentre lavora (mentre pascola il bestiame, ad esempio)."

Il professore si sofferma sull’importanza del lavoro che si identifica con l’uomo e la sua dignità. È per questo che alcuni docenti hanno interrotto la lezione affermando che “il Sud è in ginocchio proprio perché è il lavoro che viene attaccato, mortificato, abbattuto. Sì, la parola giusta è abbattere. In questi giorni, proprio nel momento in cui gli agricoltori dovevano raccogliere l’uva, molti vigneti sono stati abbattuti. Chi vuole questo? Cosa c’è dietro? È chiaro che con queste premesse il Sud non può ripartire”. E il professore: “fate rete, denunciate queste cose, non fingete di non aver visto, in questo modo si diventa conniventi di un mondo criminale. Associatevi a Libera ad esempio, che da anni si occupa di legalità e lotta contro qualsiasi atteggiamento mafioso, non siate inerti alle ingiustizie. Non pensate che quello che è successo ad un contadino non vi stia a cuore. La ferita di un vigneto abbattuto è la ferita di tutti. Fate gruppo”.

Se si pensa che la lezione è partita dalle parole di Isaia e si è arrivati a parlare di dignità, antimafia, fraternità, si comprende che l’importante non è da dove partire e con quale autore, per poter insegnare agli alunni i concetti della Economia Civile, ma avere come punto di riferimento i valori che vogliamo "rimpolpare" intorno ai muscoli della fraternitè ed egalitè.

A fine giornata, lo zainetto del prof. Bruni è in attesa accanto alla porta, pronto per una nuova avventura all’insegna del “Noi”.

Seguici su:

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 539 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.