Costituente Giovani

Da sempre l’Economia di Comunione promuove una nuova cultura economica e civile con uno sguardo speciale rivolto al futuro e ai giovani.

La Costituente EdC nasce come opportunità per i giovani italiani di diventare parte attiva di una rete di progettazione e condivisione per un’economia improntata alla comunione, gratuità e reciprocità. Il primo incontro per circa 30 partecipanti è avvenuto nel luglio del 2017 al Polo Lionello Bonfanti, insieme a Luigino Bruni, coordinatore internazionale del progetto Economia di Comunione e a molti protagonisti dell’EdC italiana.

Quel primo incontro ha avuto per i giovani partecipanti l’effetto di una chiamata: l’invito a continuare, oggi, la sfida profetica dell’Economia di comunione per contribuire ad edificare un sistema economico e una società umana di comunione e di giustizia combattendo le varie forme di indigenza, esclusione e miseria. Da quel momento, l’EdC è diventata per tanti di loro il luogo della corresponsabilità e dell’impegno, l’orizzonte di una nuova fioritura umana e spirituale, l’ispirazione per iniziative collettive e scelte personali che concepiscono il “fare economia” come un modo per esprimere una passione sociale e un impegno per gli altri e con gli altri.

La nascita della Costituente rappresenta, dunque, l’inizio di un processo che ha raccolto, e continua ad accogliere, giovani con formazione ed esperienze personali e lavorative molto diverse ma tutti desiderosi di mettersi in gioco, progettare e sognare, mescolando la creatività e i talenti di ciascuno per generare idee ed esperienze nuove al servizio di una economia più fraterna e giusta.

Loppiano-Bari: itinerari di una giovane in ricerca

Costituente Edc Giovani e Summer School AMEC: esperienze che portano a scoprire quello che si vuole veramente dalla propria vita. Sussurri che diventano vocazioni

di  Maria Gaglione

170723 24 Loppiano Costituente Giovani 06 ridPoco più di un mese e da Marcianise mi ritrovo di nuovo a Loppiano* con Giorgio, Irene, Beatrice, Livio, Eva, Alberto. C’è una costituente da costruire, un processo da aprire. Parlano di una staffetta, vogliono passare il testimone. “Puoi essere un gran velocista, ma se sbagli i tempi … è finita”! L’ho seguita, a volte, la staffetta in TV. Gli occhi puntati sulle mani degli atleti nel momento del passaggio. Compagni di mille allenamenti, corrono veloci e coordinati, gli sguardi che si cercano: sembrano parti diverse di un unico ingranaggio. Di solito il secondo staffettista viene avvisato dal compagno che lo precede con un grido, in modo che sappia quando poter chiudere la mano e partire. Nella media e lunga distanza i corridori hanno il tempo di girare la testa per vedere la posizione del compagno e sapere quando poter afferrare il testimone senza rischiare di farlo cadere.

L’Economia di Comunione in Italia ha bisogno di giovani appassionati”. Una chiamata e diverse generazioni 170723 24 Loppiano Costituente Giovani 07 ridrispondono. La disposizione dei banchi ci raccoglie in piccoli gruppi. Luigino Bruni introduce i lavori. Rebeca ci chiede di presentarci. Affidiamo ad una parola le nostre attese. Tante, diverse. Giovani in gamba con esperienze da condividere, in cerca di impegno da dare e di fiducia da ricevere. Irene racconta la storia dell’EdC. Poi arriva Vincenzo Linarello e la sua testimonianza di stra-ordinario coraggio: la Locride e le parole di mons. Bregantini, l’efficacia dell’etica e la nascita di GOEL, la semplicità del lavoro e l’economia che con-vince. È il momento dell’elevator pitch, esperimento in cui ci accompagna Alberto. Ognuno prende il suo tempo per raccontare una proposta, un’intuizione, per condividere una riflessione. Mi sento un po’ confusa. Mi manca Giobbe e il suo mucchio di letame. In fondo a me l’EdC sembra perfetta così com’è!

Dirompente, arriva Marco Cabassi: ci aiuta a fare sintesi, a raccogliere l’essenziale. Per tutta la giornata questo signore sorridente era rimasto ad ascoltarci in silenzio, come uno scolaro diligente prendeva appunti. Si accende Marco, è un fiume in piena: sferzanti le sue provocazioni. Una storia (la sua) di vocazioni interrotte e 170723 24 Loppiano Costituente Giovani 05 ridviaggi in terre lontane; il richiamo alla responsabilità di un figlio, un mare di sfide. Marco non ci nasconde la realtà della vita di un imprenditore, dura e senza sconti. Eppure in questo contesto “ho fatto le mie scelte” dice. Prudenza, sensibilità, coraggio, “disobbedienza” e molto altro. Calde e piene di umanità le sue parole. Nessuno può dirvi cosa fare: voi siete i principali esperti mondiali di voi stessi. Cosa volete, veramente? L’avverbio qui fa la differenza. Marco mi riporta con i piedi per terra, il cuore al suo posto e lo sguardo a casa! L’elogio della consapevolezza, la ricerca di una idea semplice, piccola, grande … purché sia la tua: ogni idea una responsabilità. Imprenditore e uomo di concrete scelte e rara sensibilità, ci lascia in eredità una poesia per dirci che è possibile fare una rivoluzione con un sussurro. Ecco una parola a me amica: sussurrare, voce del verbo “fare la rivoluzione”! Una rivoluzione non è mai un’esplosione. Inizia senza nemmeno dire il proprio nome. Discussioni nei bar, nelle case private … sussurri. Senza quel sussurrare, che è come una forma di silenzio, nulla succederebbe.… Dopo il sussurro, l’azione. Le persone dovrebbero concentrarsi di più sul sussurro. I giovani atleti dell’EdC di oggi non si facciano mai mancare il sussurro!

Il tempo di tornare a casa e riparto per Bari, la Summer School dell’AMEC, guidata con passione da Vincenzo Mercinelli e uno staff preparato e amico. Sono di nuovo 170728 Bari 8a SS AMEC Gui ridcircondata da ragazzi “speciali” in cerca di uno sguardo nuovo con cui affrontare il mondo. Anche a Bari c’è chi deve fare scelte importanti e non vuole delegarle ad altri, chi ha messo in discussione il suo lavoro ed è pronto a ricominciare, chi deluso non si arrende, chi sogna in grande per sé, per gli altri, per la propria terra. Mi meraviglio ancora per tutta questa silenziosa sofferenza, questo urgente bisogno di cambiare rotta. Professori e testimoni ci raccontano anime ed esperienze dell’economia civile. Molti degli studenti hanno già messo in moto relazioni e dinamiche, buttano giù progetti, individuano interessi comuni. Li guardo affascinata: saranno dei perfetti imprenditori civili! Sono concreti, risolutivi, si danno da fare … loro! A me viene l’ansia solo a sentire racconti di rischi, fallimenti e porte chiuse in faccia! Mi sento di nuovo “divisa”: affascinata dalla teoria della Montalbano Economics di Leonardo Becchetti, spaventata dalla sentenza: Il lavoro ce lo dobbiamo creare noi!

170728 Bari 8a SS AMEC gruppo 2 ridL’ultimo giorno, il professor Bruni ci consegna le conclusioni con le sue “spallate” di umanità a scardinare il pensiero comune. Arrivano risposte nette a domande implicite. Critica la distinzione fra teoria e pratica, o meglio, mette in guardia dalla tentazione di mortificare l’una e glorificare l’altra. L’economia civile non la costruisce solo l’imprenditore che ci sa fare con le mani ma anche il poeta che gioca con le parole. … Lasciate che siano gli altri a calcolare, etichettare e speculare, voi dite sì agli incontri non programmati, ad un amico che vi chiede un favore, alle fragilità scartate: è anche così che si scopre e si risponde alla propria vocazione! Ai giovani imprenditori civili non manchi mai quest’Anima che dà vita a cose più grandi di noi, Cuore che pulsa e mette in circolo quelle “sostanze” che nutrono e sostengono idee e spinte per fare scelte durature e sensate.


* L'autrice ha partecipato nel giugno scorso alla 1a edizione della Settimana di Economia Biblica, donando a Edc-online un resoconto appassionato di quei giorni ndr

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

24-26 giugno 2019 (Libro di Geremia) 14-15 settembre 2019 (Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Prophetic Economy 2.0

Prophetic Economy 2.0

Roma - 9 giugno 2019
Per maggiori informazioni scrivi a: info@propheticeconomy.org

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

24-26 giugno 2019 (Libro di Geremia) 14-15 settembre 2019 (Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 708 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.