Associazioni brasiliane lanciano una campagna contro il gioco d'azzardo

Anpecom e Civitas lanciano una petizione online invitando i brasiliani a dire "no!" al gioco d'azzardo

jogos site 2Per contrastare il progetto di liberalizzazione del gioco d'azzardo in Brasile, già al vaglio del Parlamento, l'associazione nazionale per l'Economia di Comunione (Anpecom) e l'Associazione culturale per la cittadinanza (Civitas) hanno lanciato nello scorso mese di febbraio la campagna nazionale "Diga NÃO aos jogos de azar"- (Dire no al gioco d'azzardo). Attraverso una petizione pubblica, disponibile online, tutti i brasiliani sono invitati a firmare contro la "sfortuna" nel Paese. L'obiettivo di Anpecom e Civitas è arrivare alle 15 mila firme da trasmettere alle autorità competenti per il disegno di legge.

Le due associazioni ritengono infatti che sia necessario contrastare l'idea ormai diffusa che il gioco d'azzardo possa apportare nuove risorse finanziarie per il paese "in crisi". Un paese con disuguaglianze sociali evidenti a chiunque cammini in ogni grande città brasiliana, ed una povertà che si tocca con mano guardando l'interno del Nordest  oppure pure il Nord, Rio de Janeiro, São Paulo, e qualsiasi altra metropoli del paese, ha  ha bisogno di comunione e non di concentrazione.

La proposta di legge che consentirebbe il funzionamento di casinò e sale bingo in Brasile, e legalizzerebbe anche i giochi elettronici, fa parte dell'Agenda Brasile - presentata dal Presidente del Senato, Renan Calheiros, al fine di favorire la ripresa della crescita economica.

Se questo progetto diventasse legge, sarebbe il Brasile stesso a "perdere il gioco" e si verificherebbero una serie di problemi, già riscontrati in altri Paesi, Italia in primis:

slot machine e video - lottery diffusi in molti ambienti delle città;
• persone affette da dipendenza da gioco d'azzardo;
• concentrazione del reddito, perché tanti giocano e pochi guadagnano;
• pubblicità, con ulteriore diffusione della dipendenza dal gioco d'azzardo;
• possibili investimenti pubblici per lo sviluppo delle aziende che svolgono questo tipo di attività;
alti profitti per le grandi imprese;
 e tanti altri.

E' urgente che le persone comprendano che il gioco d'azzardo non porterà nuove risorse finanziarie al paese "in crisi", ma piuttosto la crisi verrà aggravata se questa proposta verrà approvata.

In un paese con così tanti bisogni e disuguaglianze, il gioco d'azzardo aumenterà la concentrazione del reddito nelle mani di poche persone e finirà con l'incoraggiare  pratiche illegali come droga e prostituzione.

Firma anche tu la petizione per dire no al gioco d'azzardo nel Brasile!

Seguici su:

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.