46.jpgpubblicazioni  stampa

internazionale

 

Il microcredito etico inizia dalla Sicilia

Finanza sostenibile - Primo operatore iscritto al registro della Banca d’Italia, la cooperativa Mecc fa piccoli prestiti alle imprese italiane promuovendo l’economia civile e di comunione

di Andrea Di Turi

pubblicato su Avvenire il 5/3/2017

logo avvenire ridA piccoli passi, ma crescono. Sono gli 'operatori di microcredito', questo il termine esatto utilizzato nella normativa, iscritti nell’apposito elenco tenuto dalla Banca d’Italia. L’elenco è uno degli strumenti previsti dalla disciplina che per la prima volta ha regolamentato il microcredito in Italia, introdotta con decreto del ministero dell’Economia a fine 2014 e poi integrata con le disposizioni attuative emanate da via Nazionale nel giugno dell’anno successivo. Per un po’ di tempo è rimasto vuoto, poi dall’anno scorso ha cominciato a popolarsi.

Leggi tutto...

Repubblica.it - 26/01/2015

 

Secondo le ultime ricerche a scatenarla non sono i soldi o la vecchiaia ma il crollo delle aspettative e la perdita del lavoro

Una formula per la crisi di mezza età ecco perché arriva a 42 anni

di Silvia Bencivelli

pubblicato su Repubblica.it Scienze il 26/01/2015

È la selva oscura che ci accoglie nel mezzo del cammin di nostra vita: la cosiddetta Crisi mezza età Repubblica rid"crisi di mezza età". Per psicologi ed economisti esiste davvero e merita di essere studiata. Non per scagionare il marito fedifrago e spendaccione, ma per spiegare come, perché, e con quali conseguenze, in quella selva oscura si perdano in tanti, per uscirne qualche anno dopo finalmente rassegnati a invecchiare.

I numeri li hanno pubblicati Terence C. Cheng, Nattavudh Powdthavee e Andrew J. Oswald, dell'Università di Melbourne, della London School of Economics, dell'Università di Walwick e dell'Istituto per lo studio del lavoro (Iza) di Bonn, pregiandosi di aver dato "la prima dimostrazione su molte nazioni dell'esistenza di ragioni scientifiche per credere al nadir umano o crisi di mezza età".

Leggi tutto...

The Wall Street Journal - 26/01/2015

Il Wall Street Journal intervista Teresa Ganzon, direttore generale del Bangko Kabayan, una banca rurale che aderisce all’Economia di Comunione.

di Gregory J.Millan

pubblicato su The Wall Street Journal il 26/01/2015

Teresa Ganzon BK ridTeresa Ganzon e suo marito hanno acquistato le azioni di maggioranza del Bangko Kabayan Inc. I Ganzon hanno dovuto affrontare l’alto “rischio aziendale” tipico di un Paese in via di sviluppo in un modo inusuale, perché fanno parte dell’Economia di Comunione: una rete internazionale di oltre 800 imprese impegnate a mettere in pratica la la Dottrina Sociale della Chiesa. In una conferenza stampa durante il suo recente viaggio nelle Filippine, il Papa ha condannato la corruzione, parlando perfino di dare un calcio “dove non batte il sole”ai funzionari corrotti. La signora Ganzon ha parlato con il Risk & Compliance Journal su come il Bangko Kabayan sia cresciuto pur rimanendo fedele a questa dottrina, in una delle nazioni più corrotte del mondo.

Leggi tutto...

Credere - 30/03/2014

Livio Bertola per la sua azienda di cromature ha scelto una strada alternativa: mettere al centro l’uomo, l’occupazione e la solidarietà. E così affronta la crisi con successo

Prima le persone, dopo il profitto

di Rossana Campisi

pubblicato su Credere il 30/03/2014

Logo credere ridE' possibile  gestire  un’azienda  non guardando  solo  al  profitto  ma puntando  su  rapporti  di  fraternità? Si può dare priorità all’occupazione, sostenere i dipendenti in difficoltà, far esprimere al meglio le capacità di tutti con una reale compartecipazione ai processi produttivi? A queste domande Livio Bertola è convinto che si possa rispondere «». Ne è convinto perché lui da imprenditore ci ha provato e pare ci stia riuscendo. Nonostante la crisi.

Leggi tutto...

Vita.it - 10/01/2014

Ha aperto i battenti la Sec, Scuola di economia civile, con sede a Loppiano, in Toscana. Le iscrizioni sono andate oltre le aspettative. Dice Bruni: «È una sfida al pensiero unico economico che ci ha protato a questa crisi». 

Primo giorno di scuola con Bruni e Zamagni

di Giuseppe Frangi

pubblicato Vita.it il 10/01/2014

Logo Vita it ridGiorno di “battesimo” per la nuova Scuola di Economia Civile, la Sec, varata al Polo Lionello Bonfanti di Loppiano -Incisa Valdarno. Ha preso il via il primo dei sette moduli privisti, dedicato a  “L’economia civile: mercati e organizzazioni”. Una due giorni con lezione iniziale di Luigino Bruni (che confessa di essersi sentiuto emozionato come non mai; Che cos’è l’economia civile e I dilemmi relazionali delle organizzazioni i temi delle sue due prime lezioni)) cui seguono quelle di Stefano Zamagni e di Pierluigi Porta. Ma chi sono gli “allievi”? Sono 30 operatori economici, un terzo donne, età media 35 anni, provenienti da tutta Italia e impegnati in vari enti (BCC, Federazione Trentina della Cooperazione, CEI-Progetto Policoro, AMU-Associazione “Azione per un mondo unito”-onlus, Banca Popolare Etica, Coop consumatori, Federcasse e altri).

Leggi tutto...

Il Secolo XIX - 16/10/2013

Non solo business. Tre aziende orientate al benessere collettivo.Prometheus, Tassano e Bertola: così si coniugano, tra Liguria e Piemonte, fatturato e bene comune

L'impresa etica prende quota

di Francesco Margiocco

pubblicato sull'inserto de Il Secolo XIX il 16/10/2013

Logo secoloxixSnobbato in economia dai tempi  di Adamo Smith, il bene comune sta vivendo una seconda vita.  Aumentano gli industriali che, morsi dalla crisi, cercano nuove forme d'impresa. Orientate non tanto ad avere sempre di più - clienti, fatturato, utili -` quanto al benessere collettivo. E’ l’insegnamento, fra gli altri, di Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei focolari, e paladina di una economia “del dare”. Molti di questi imprenditori non sono neppure credenti, altri sono cattolici praticanti e focolarini, tutti cercano un'alternativa al capitalismo.

Leggi tutto...

Messaggero di S.Antonio - giugno 2013

La capacità di dare e di ricevere

di Nicoletta Masetto

Dal Dossier Case per Ferie pubblicato sul Messaggero di S.Antonio, giugno 2013

Logo Messaggero SAntonioToscana, Costa degli Etruschi. Siamo ad Antignano, frazione di Livorno. Un tempo dava ospitalità ai sacerdoti, oggi Villa Alma Pace è una casa per ferie aperta a gruppi e famiglie. Con una particolarità che accomuna molte di queste strutture: a occuparsi della gestione è una cooperativa sociale di inserimento lavorativo.

«La nostra esperienza – spiega Stefania Lupetti, responsabile di Villa Alma Pace – ha preso avvio nel 2000, quando la diocesi di Piacenza, proprietaria della casa, ha chiesto al Consorzio di cooperative Roberto Tassano un progetto di gestione. Ne è nata la casa per ferie, in seguito alla quale abbiamo dato vita a una cooperativa sociale di inserimento lavorativo per persone svantaggiate.»

Leggi tutto...

La Stampa.it - 19/05/2013

A colloquio con il professor Luigino Bruni dopo le parole di Bergoglio sulla finanza

“Dobbiamo riscoprire l’anima sociale dell’economia”

di Giorgio Bernardelli

pubblicato su Vatican insider, La Stampa.it il 19/05/2013

Logo La Stampa«Chi ha a cuore i poveri ha a cuore anche il mercato». Non è affatto stupito delle parole forti pronunciate ieri da Papa Francesco al mondo della finanza il professor Luigino Bruni, docente all'Università di Milano Bicocca e figura molto nota nel mondo cattolico italiano per il suo contributo nell'esperienza dell'economia di comunione, portata avanti dal movimento dei Focolari.

Leggi tutto...

Avvenire - 17/05/2013

Zamagni: dalla crisi si esce con un nuovo modello di società

«E' tempo di economia civile»

di Massimo Calvi

pubblicato su Avvenire il 17/05/2013

logo avvenireLa crisi dimostra il fallimento dei modelli economici che hanno dominato negli ultimi decenni e prova che è ormai necessario riscrivere i manuali di economia. C’è un contesto nuovo ed è il modello dell’economia civile di mercato ciò a cui dobbiamo guardare». L’economista Stefano Zamagni è stato tra i primi in Italia a riscoprire il valore e la modernità di quella che nel ’700 Antonio Genovesi battezzava col nome di "economia civile", attualizzando l’idea che l’homo oeconomicus si debba nutrire anche di relazioni, motivazioni, fiducia, e che l’attività economica abbia bisogno di virtù civili, di tendere al bene comune più che alla ricerca di soddisfazioni individuali.

Leggi tutto...

Il Sole 24 ore online - 15/05/2013

Economia con l'anima di Luigino Bruni. A Tutta un'altra festa

di Anna Pozzi

pubblicato su Il Sole 24 ore.it il 15/04/2013

Economi con l anima rid-2Si può pensare e fare economia (ri)mettendo al centro l'uomo, l'ambiente, il lavoro? O recuperare temi come la cura e la festa, il dono e la comunità? O, ancora − e soprattutto − parlare di valori? Di «bene» e non solo di «beni»? Senza ingenuità o superficialità, si può. Anzi, si deve. Perché tutti questi temi non sono fuori dall'economia, ma ne sono parte integrante. Perlomeno se non si riduce l'economia a mercato, speculazione finanziaria, spread e Borse, interesse privato o evasione fiscale. Se economia non diventa meramente sinonimo di crisi e recessione, di corruzione e depressione.

Leggi tutto...

Toscana Oggi - 4/05/2013

Cattolici protagonisti: Bruni, oggi l'economia protegge le rendite e scoraggia il lavoro

pubblicato su Toscana oggi, 04/05/2013

Logo Toscana oggi«Un patto sociale per cui ogni cinque anni chi lavora può fare un semestre sabbatico per studiare»: è la proposta dell’economista Luigino Bruni, che stamani ha tenuto la relazione principale alla Settimana Sociale dei Cattolici toscani, alla ex Breda di Pistoia. Secondo Bruni, «Si può studiare la storia dell’arte, la musica, un viaggio.... Poi magari si va in pensione più tardi, ma più colti e meno sfiniti».

Leggi tutto...

Gonews - 04/05/2013

Bruni: "Chi ama i poveri deve combattere anche la dipendenza da gioco"

pubblicato su Gonews.it il 04/05/2013

Logo gonews"Oggi chi ama i poveri deve combattere anche la dipendenza da gioco, come le slot machine". Lo ha detto il professor Luigino Bruni, ordinario di economia politica dell'Università Lumsa di Roma, nella relazione introduttiva alla seconda giornata della Settimana sociale dei cattolici toscani, in corso di svolgimento fino a domani a Pistoia.

Leggi tutto...

La voce di Pistoia - 04/05/2013

L'economista Luigino Bruni: "Reddito di cittadinanza? Più importante la battaglia per il lavoro"

pubblicato su La Voce di Pistoia, il 4/5/2013

logo lavocedipistoiaPISTOIA -“Oggi la politica ha attratto persone sbagliate”. Sono le parole che l’economista Luigino Bruni ha rivolto questa mattina a una folta platea, nella “cattedrale” ex Breda di Pistoia, in occasione prima della Settimana Sociale dei Cattolici toscani. In sala, insieme ai delegati di tutte le diocesi toscane, anche il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, e altri vescovi toscani.

Secondo Bruni, “Il primo strumento di selezione di qualsiasi organizzazione è il segnale culturale che dà. Se io da decenni do il messaggio che chi fa carriera politica ha privilegi, auto blu etc. chi si candida a fare politica avrà questi obiettivi. Se continua così, la politica attirerà i giovani sbagliati. Finché non vedremo i politici diventare gente come noi sarà difficile vedere dei giovani in gamba attirati dalla politica”.

Leggi tutto...

Roma sette - 24/04/2013

L'economista Luigino Bruni ha inaugurato il ciclo di incontri promossi da Casa Betania nel suo 20° anniversario: «Perché il cambiamento sia reale occorre liberare la gratuità dal gratis»

Solidarietà: L'economia, tra dono e gratuità

di Lorena Leonardi

pubblicato su Romasette.it il 24/04/2013

logo romasette ridReciprocità, dono, gratuità: tre parole che «non solo stanno insieme, ma hanno a che fare con l’economia. Anche con quella di un Paese, l’Italia, che non ha più fame di vita, né l’energia morale per immaginare un futuro migliore». Così Luigino Bruni, docente di Economia alla Lumsa e all’Istituto universitario Sophia di Loppiano, ha aperto ieri, 23 aprile, il suo intervento sul “Significato e il valore del dono in una prospettiva di cambiamento relazionale ed economico”, il primo dei quattro appuntamenti promossi da Casa Betania in occasione del ventesimo anniversario della sua fondazione.

Leggi tutto...

La Svizzera pone un freno agli stipendi d’oro dei manager

 Intervista a Luca Crivelli, professore di economia dell'università svizzera italiana, sul referendum del 3 marzo vinto con la maggioranza del 68 per cento

a cura di Carlo Cefaloni

pubblicato su Città Nuova.it il 04/03/2013

Manager_ridNonostante la forte campagna di pressione esercitata dalla Confindustria svizzera, il Paese elvetico ha visto la vittoria, nel referendum svoltosi domenica 3 marzo, della proposta di modifica costituzionale promossa dall'imprenditore Thomas Minder, intesa a «rafforzare il controllo degli azionisti sulle retribuzioni degli alti dirigenti delle società quotate in borsa per porre un freno agli stipendi dorati». La crescente divaricazione tra i compensi dei lavoratori e le astronomiche cifre riconosciute agli amministratori delegati (ceo) e manager di società e banche è un dato accertato e analizzato da scaffali di volumi e dossier senza suscitare grandi scandali. La Svizzera, come si ricorderà luogo di residenza del ceo Fiat, Sergio Marchionne, potrebbe rappresentare un'inversione di tendenza.

Leggi tutto...

Avvenire - 23/02/2013

A Luigino Bruni premio Ediva per gli editoriali di Avvenire

pubblicato su Avvenire il  23/02/2013

logo_avvenireMilano - "Per aver in modo impareggiabile, con un tratto caratterizzato da competenza e semplicità, indicato al grande pubblico la via maestra della valorizzazione dell'economia civile e l'importanza dell'etica nel quotidiano operare dell'economia e della finanza. Con i suoi puntuali editoriali sul quotidiano Avvenire, Luigino Bruni ha offerto un grande contributo per la riscoperta dei tratti umani e morali dell'attività produttiva e finanziaria, che deve sempre ricondursi al servizio dell'uomo, per l'uomo".

Con queste motivazioni l'Associazione Ediva - nata a Varese nel gennaio 2008 per rispondere, come previsto nello Statuto "Etica, dignità e valori - Associaizone Stakeholders Aziende di Credito", alle fortissime domande di dignità e di riscoperta dei valori fondati nel mondo del credito - ha deciso di assegnare all'editorialista di Avvenire e docente di Politica economica presso l'Università Lumsa di Roma la benemerenza "Etica &Csr Ediva - Anno 2012"  rivolta alla personalità che ha dato pregio alla diffusione dei valori dell'etica economica e finanziaria (a Intesa SanPaolo, invece. la benemerenza "Stakeholder Edica - anno 2012").

Leggi tutto...

Avvenire - 22/02/2013

L’associazione Aipec si richiama all’Economia di Comunione, ispirata a solidarietà e reciprocità

Con la gratuità l’impresa costruisce bene comune

di Andrea Di Turi

pubblicato su Avvenire il 22/02/2013

logo_avvenireA prima vista può sembrare solo un’altra strada per resistere alla crisi. Ma osservando meglio è un vero e proprio modello alternativo, un altro modo possibile di considerare l’impresa e le sue ragioni di esistere. Col baricentro non più sul conseguimento del profitto economico, bensì sulla creazione di un "profitto" molto più grande e articolato che si riflette nel bene comune.

Si chiama Aipec, l’associazione italiana Imprenditori per una Economia di comunione. Nata a settembre, già nel nome fa esplicito riferimento all’esperienza dell’Economia di comunione (Edc), il movimento fondato da Chiara Lubich oltre vent’anni fa che dal Brasile si è diffuso ai quattro angoli del pianeta, con una presenza molto forte in Italia (quasi 250 delle oltre 860 imprese che nel mondo aderiscono a Edc sono italiane).

Leggi tutto...

La Repubblica - 03/02/2013

Il nuovo bisogno di fratellanza

di Gad Lerner

pubblicato su La Repubblica il 03/02/2013

Logo_RepubblicaCome aiutarci nel fronteggiare l’indigenza? La fantasia non ha limiti. Un anonimo filantropo milanese che agisce tramite la Fondazione Condividere, ha elargito nei giorni scorsi una donazione in soccorso ai dipendenti della famosa scuola di Adro: dieci di loro, non certo benestanti, avevano stabilito di autotassarsi per 30 euro al mese pur di non escludere dalla refezione scolastica quindici bambini di famiglie che non ce la fanno a pagare la mensa. Il tutto per via del solito sindaco Lancini, spendaccione quando si trattava di ornare la scuola con simboli padani, ma ostinato nel rifiutare un contributo pubblico a famiglie di immigrati (poco gli importa che fra i morosi ci siano anche degli italiani): a lui piace insinuare il dubbio che si tratti di finti poveri. Ora i pasti saranno garantiti per tutti.

Leggi tutto...

SIR - 19/12/2012

L'economista Luigino Bruni dopo il seminario Comece e Kek

Economia ed Europa: No al modello unico

Logo_SirLe Chiese cristiane d'Europa si sono date appuntamento a Bruxelles per discutere e confrontarsi sulle sfide dell'economia sociale di mercato, sui grandi temi, cioè, di un'economia europea altamente competitiva in un mondo globalizzato ma aperta, al tempo stesso, alla solidarietà e alla giustizia sociale. L'incontro si è svolto il 14 dicembre ed è stato promosso dalla Commissione europea, dalla Commissione Chiesa e società della Conferenza delle Chiese europee (Kek) e dalla Comece, la Commissione che riunisce le Conferenze episcopali della Comunità europea. Tra i temi al centro dei lavori, c'è stata anche la disoccupazione giovanile che è stata definita dalle Chiese come "una sfida imminente che attraversa l'Europa".

Leggi tutto...

La Stampa - 15/07/2012

Costruire cose buone

Economia di Comunione: una via di uscita dalla crisi

di Agnese Moro

Pubblicato su La Stampa il 15/07/2012

Logo_La_StampaSono in molti a pensare e a sperare che la terribile crisi che stiamo vivendo abbia almeno l'effetto di aprirci gli occhi sull’incapacità del modello con il quale sono attualmente organizzate le cose economiche a creare sviluppo, inclusione, possibilità di vite dignitose per tutti.

E mi sembra che ogni tentativo per trovare altre strade sia da conoscere e da valutare attentamente.  Tra questi c’è "Economia di Comunione" che coinvolge imprenditori, imprese, associazioni, istituzioni economiche, ma anche lavoratori, dirigenti, consumatori, risparmiatori, studiosi, operatori economici, poveri, cittadini, famiglie.

Leggi tutto...

Logo Insegnanti SEC 2017 mod

23-25/03/2017, Polo Lionello, Figline e Incisa Valdarno (FI)
Corso pagabile con il BONUS DOCENTE MIUR -
vedi programma - Leggi articolo
scarica scheda d'iscrizione

Seguici su:

facebook twitter vimeo icon youtubeicon flickr

Rapporto Edc 2016

Settimana Economia Biblica rid mod

Dal 5 al 10 giugno 2017 al Polo Lionello Bonfanti -  vedi volantino - Per maggiori informazioni

Edc aderisce a Slotmob!

Logo Slotmob rid mod

Tutte le info alla pagina dedicata

Aderisci a EdC

EoC Companies crop banner rid modRegistrando la tua azienda sul sito dedicato: edc-info.org/it/

Scopri di più...

Il dado per le aziende!

Logo cube IT 150

La nuova rivoluzione per la piccola azienda.
Costruiscilo! Leggilo! Vivilo! Condividilo! Fanne esperienza!

Il dado per le aziende oggi anche in italiano! Scarica la APP per Android!

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.