dal Rapporto EdC 2014-2015, su "Economia di Comunione - una cultura nuova" n.42 Inserto redazionale allegato a Città Nuova n.2 - 2016 - febbraio 2016

N42 Pag 07 Azienda ItaliaI 500 imprenditori che nei primi anni Novanta avevano aderito all’invito di Chiara a creare im-prese di comunione, oggi, dopo 25 anni, sono in buona parte prossimi all’età della pensione, sempre che per essi ne esista una: le loro aziende, che devono navigare nel mare agitato da sette anni di crisi mondiale, sono in molti casi ormai gestite dai figli, con obiettivi e visioni imprenditoriali e personali da rispettare.

Se la maggioranza delle aziende che aderiscono si basasse solo su quei primi imprenditori, ormai l’Economia di Comunione  sarebbe una bella esperienza del passato; altri si sono aggiunti, gli utili condivisi, pur versati da un numero contenuto di aziende, hanno continuato a crescere e da varie parti del mondo giungono bellissime esperienze di comunione.

I nostri imprenditori americani che anni fa avevano creato un sito web B2B (business to business) per facilitare la conoscenza e la comunicazione tra aziende a livello internazionale, hanno predisposto un nuovo sito, www.eoc-companies.org che permette alle aziende non solo di aderire per entrare in contatto con le altre aziende del loro territorio tramite le commissioni locali, ma anche di confermare la loro adesione e comunicare la loro disponibilità a mettere in comune i loro talenti per sviluppare altre aziende. Tramite questo sito 355 aziende hanno riconfermato la loro adesione e molte hanno anche elencato le capacità professionali e le tecnologie che erano pronte a condividere.

Da un recente censimento, nel mondo 811 aziende apprezzano e vivono lo spirito EdC : 263 operano in Italia, 200 nel resto di Europa, 220 in America Latina, 84 in Africa (raddoppiate dal censimento precedente), 26 in America del Nord e 18 in Asia.

Dopo 25 anni c’è quindi uno zoccolo duro di imprenditori che continuano a sperimentare un nuovo modo di vivere l’economia, certi che in questo mondo sempre più ferito dagli “effetti collaterali” dell’economia liberista, questo sia l’apporto più concreto che possono offrire, assieme al mettere a disposizione risorse e talenti, per accompagnare l’entusiasmo e la determinazione dei giovani imprenditori che, grazie anche alla prossima rete mondiale di incubatori, faranno nascere le aziende EdC del futuro.

Alberto Ferrucci

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Seguici su:

facebook twitter vimeo icon youtubeicon flickr

Rapporto Edc 2016

Cover Edc44 mod

Scarica il rapporto 
Vai alla versione online

Settimana Economia Biblica rid mod

Dal 5 al 10 giugno 2017 al Polo Lionello Bonfanti -  vedi volantino - Per maggiori informazioni

Aderisci a EdC

EoC Companies crop banner rid modRegistrando la tua azienda sul sito dedicato: edc-info.org/it/

Scopri di più...

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.