Pubblicazioni

notiziario edc, rassegna stampa, articoli, saggi, libri, interventi a convegni...

notiziario edc, rassegna stampa, articoli, saggi, libri, interventi a convegni...

In questa sezione sono raccolte pubblicazioni di vario genere su Edc e tematiche ad essa collegate: molte sono disponibili on-line: saggi, interventi a convegni, articoli. Per i libri, un link diretto ai singoli editori fornisce la possibilità di acquistarli on-line.aaa

Spartaco Lucarini

Spartaco Lucarini

Spartaco Lucarini
politico, giornalista e padre di famiglia

Era un "tipo" di laico del post-consiglio, uomo di coraggio in un mondo impaurito e frustrato dalle illusinoni di tanti miti.

Nato a Cortona nel 1924.

Dottore in scienze economiche, scrittore, giornalista, era felicemente sposato e padre di cinque figli.

Dal 1949 aveva conosciuto il Movimento dei Focolari e vi si era profondamente impegnato in particolare per le famiglie, e come giornalista, sulle pagine dei periodico "Città Nuova", di cui era direttore responsabile dal 1957.

Era collaboratore da "L'Osservatore Romano", de "L'Osservatore della Domenica", di altri giornali, quotidiani e periodici.

Scrisse una serie di libri, con cui affrontò i problemi più assillanti della nostra società: il divorzio, l'aborto, l'emancipazione della donna, la rivolta dei figli, la crisi della democrazia.

Il suo "Dossier sulla droga", in sette edizioni, ha avuto una risonanza quanto mai vasta per la precisione delle indagini e delle documentazioni e l'incisività degli orientamenti.

Collaborò alla Radio Vaticana in numerose serie di trasmissioni e alla Rai con diversi interventi.

Svolse una instancabile attività di coscientizzazione dei cattolici in campo politico, economico, sociale e dei costume, nello spirito del Concilio, partecipando, sempre pronto e instancabile, a convegni, dibattiti, tavole rotonde, e tenendo conversazioni a vari livelli.

Apparteneva al consiglio direttivo nazionale dell'Unione Editori Cattolici Italiani, ed era vice presidente della Unione Cattolica Stampa Italiana del Lazio.

Morto il 23 novembre del 1975 per una grave e dolorosa malattia che lo aveva costretto a subire un serio intervento chirurgico.

Era il "tipo" dei "cristiano laico", come lo propone il Concilio. Laico saggio e prudente, sempre coerente e magnifico nella sua intensa ricchezza spirituale, nella visione ampia e ardita della vita di azione e di apostolato, con una carica inesauribile di iniziative, sgorgate da un bisogno irresistibile di continua donazione di sé, frutto di una intensa preparazione spirituale e di una non comune competenza.

Era prima di tutto un uomo di grande, profondissima fede. "Finché Dio è nella nostra vita un assente -scriveva- un dimenticato, un inconoscibile, di cui si fa benissimo a meno od un importuno che, con la voce pungente della coscienza, limita i nostri capricci e i nostri piaceri e ambizioni, non si è religiosi... Aver fede in Dio è cercarlo senza posa; è domandarsi, al mattino, prima di ogni altro pensiero,: "Come potrò servire oggi il mio Signore, in famiglia, in ufficio, tra i miei fratelli?

Ed alla sera, sfiniti più che dal lavoro, dallo sforzo di superarsi, di migliorare nella carità, nell'umiltà, nel servizio frantumando i proprio desideri nella volontà divina, chiedersi ancora: "Avrò fatto oggi tutto quello che Dio, in me presente, voleva da me?"

Quale giornalista fu esempio continuo dì una coerenza limpida e cristallina, di un servizio scrupoloso e zelante a Dio, alla Chiesa, al prossimo.

"Compito dei giornalista -scriveva- dopo il Concilio è quello di farsi strumento di comunicazione nella Chiesa e tra la Chiesa e li mondo. Compito di una stampa che voglia essere espressione del popolo di Dio, dell'opinione pubblica nella Chiesa, è quello di essere presente, di essere vicino alla Chiesa stessa che porta avanti nella vita quotidiana le decisioni del Concilio, lo spirito del Concilio.

L'autonomia del giornalista può essere intesa come distinzione di compiti, di mandati e di responsabilità, ma non vuoi dire autonomia dai valori, autonomia dagli orientamenti di fondo, autonomia dalle ricchezze che il Concilio, cioè tutta la Chiesa ha riscoperto nei suoi tesori di vita e di santificazione e che ripropone al mondo in modo più adeguato e più pieno alle esigenze dei tempo".

Il segreto della spiritualità di Spartaco Lucarini, la forza dei suo apostolato, la fecondità del suo lavoro fu la cognizione e la ricchezza intima dell'amore di Dio. "La vita cristiana -scriveva- è essere figli di Dio. Vita che è dono e abbandono. Tutto ricevere e tutto dare. Tutto ricevere dall'amore dei Padre e tutto dargli con amore. in una parola, è una vita filiate, cioè essere ed agire come figli di Dio".

In una sua lettera, scritta da Parigi, dopo l'intervento chirurgico, confidava: "Chi vuole prendere la sua croce...

Questa avventura è divina: è l'avventura di Dio che non ha passato o futuro, ma che è I'eterno presente. Dunque io mi situo, dimoro in Dio nel seno del Padre, vivendo l'avventura del Regno: è la gioia di vivere il presente che vive Dio. lo posso arricchirmi di lui, dilatare la capacità della mia anima, amando dì più.

Solo l'amore arriva a tutti: nella terra e nei cieli.... Essere l'amore è adempiere ogni compito nella Chiesa e nel mondo: ogni compito missionario e ogni compito di elevazione e di promozione umana..."

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

24-26 giugno 2019 (Libro di Geremia) 14-15 settembre 2019 (Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Prophetic Economy 2.0

Prophetic Economy 2.0

Roma - 9 giugno 2019
Per maggiori informazioni scrivi a: info@propheticeconomy.org

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

SCARICA I DOCUMENTI

SCARICA I DOCUMENTI

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Seguici su:

Corsi di Economia Biblica 2019

scuola biblica box

24-26 giugno 2019 (Libro di Geremia) 14-15 settembre 2019 (Libro di Qoélet)
vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui

Rapporto Edc 2017

Rapporto Edc 2017

L’economia del dare

L’economia del dare

Chiara Lubich

"A differenza dell' economia consumista, basata su una cultura dell'avere, l'economia di comunione è l'economia del dare..."

Le strisce di Formy!

Le strisce di Formy!

Conosci la mascotte del sito Edc?

Chi è online

Abbiamo 566 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.