Lo straordinario nell'ordinario...

...storie straordinarie nella vita di tutti i giorni...

Image

Un incontro a Dubai

Storia di una donna abusata e derubata. la ricerca del lavoro. Il centuplo e la vita che ricomincia

di Alberto Ferrucci

pubblicato su  pdf Città Nuova n. 13/14 (471 KB) del 10-25 luglio 2015

 A Nairobi si è appena concluso il quinto Congresso Internazionale di Economia di Lorraine Lipson 04 ridComunione a cui hanno partecipato imprenditori e studiosi provenienti dai cinque continenti e molti africani, in buona parte giovani. Come si legge più in dettaglio su “ pdf Economia di Comunione – una Cultura Nuova (2.34 MB) ” allegata a questo numero, ci piace pensare che questo congresso sia stato un vero dono di Dio, gratuito ma anche in risposta alle tante energie spese da tanti: difficoltà di salute, impegno organizzativo, superamento degli occidentali del timore di attacchi terroristici e degli africani dei pregiudizi verso gli occidentali; impegno degli studiosi ad esporre EdC con parametri culturali africani e degli imprenditori a non accontentarsi della loro impresa, ma condividere professionalità ed esperienza per aiutare a realizzare i sogni dei giovani africani, alcuni giunti a Nairobi dopo quattro giorni di viaggio.  

L’esperienza qui riportata della congressista australiana Lorraine, se per noi è un po’ straordinaria, non sembrerebbe tale a chi ha respirato l’atmosfera che si è vissuta nel congresso della “economia del centuplo”, come la descriveva Piero Pasolini, tra i primi compagni di Chiara, costruttore di opere, fisico teorico ed intellettuale, così vicino agli africani che essi a lui hanno voluto intitolare la cittadella di Nairobi.

A Dubai in attesa di salire  sull’aereo per a Nairobi ho notato nella giovane donna keniana che sedeva di fronte a me qualcosa di insolito, non aveva una borsetta e  teneva il suo passaporto in mano;  in aereo me la sono trovata accanto e così da Dubai a Nairobi ho potuto ascoltare la sua storia disperata. Ella veniva dal Qatar dove era andata a lavorare come domestica, per pagare la scuola del figlio, in una famiglia che adesso dopo avere subito degli abusi, aveva lasciato: era  arrivata a Dubai quel mattino, ed esausta si era addormentata, per accorgersi al risveglio che le era stata rubata la borsa con tutti i suoi soldi.

Alla fine del viaggio le ho lasciato qualche dollaro e il mio biglietto da visita chiedendole di inviarmi il suo email quando sarebbe arrivata a casa  a Meru, a 400 chilometri di distanza. Quattro giorni dopo ho ricevuto un bel messaggio email di ringraziamento e la richiesta di comunicarle quando avrei lasciato il Kenya. Al momento della partenza dalla Mariapoli Piero per telefono mi ha detto che  aveva difficoltà a trovare un lavoro per tenere il figlio a scuola. Ho pensato di metterla  in contatto con il focolare di Nairobi che mi ha promesso  che se avesse chiamato la avrebbe seguita.

Ero entrata in contatto con un volto doloroso della povertà del Kenya e di tante altre nazioni africane, dove molte giovani donne, per mettere assieme un po’ di denaro vanno nei paesi del Medio Oriente dove spesso subiscono abusi, a volte anche sessuali: una vera forma moderna di schiavitù.

Ma per me la Provvidenza si sarebbe manifestata in un modo miracoloso. Giunta  con l’aereo a Dubai, dovendo attendere due ore mi sono seduta ed ho offerto un biscotto ad una donna più o meno della mia età che mi  sedeva accanto:  mi ha ringraziato ed abbiamo iniziato a conversare, rendendoci conto che avevamo tante cose in comune:  era una imprenditrice di un grande progetto di impresa sociale (orfanotrofi, cura di ecosistemi produttivi, ecc.) situato a Meru, proprio la località della  giovane che avevo incontrato!

Le ho raccontato del suo bisogno disperato di lavoro ed ella mi ha detto senza esitazioni che dato che il suo progetto si stava espandendo in molte direzioni, poteva procurarle un lavoro!

Ero sopraffatta dalla gioia e dallo stupore nello sperimentare la presenza della mano della provvidenza di Dio, che mi offriva proprio quello che era necessario!
Questa donna, che si chiamava proprio come me, Lorraine, stava tornando in Colorado per  cambiar casa, ma presto la metterò in contatto con la mia nuova amica keniana, che nel frattempo per email mi aveva augurato buon viaggio.

Ho dato a Lorraine la mia copia della rivista New City che parlava di Economia di Comunione in Africa: lei si è detta interessata a partecipare al prossimo evento di EdC, e mi ha raccontato come anche grazie alla Provvidenza  era iniziato anche il suo progetto  (http://hakunamatataproject.org/). Ma questa è una storia per un’altra volta!
Lorraine Lipson

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 569 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.