Poli aziendali EdC

Image

Poli aziendali EdC

Tra gli elementi base della prima intuizione sull'EdC era presente l'idea dei poli produttivi: Chiara Lubich propone di far nascere, nei pressi delle Cittadelle del Movimento - che, con loro presenza, avrebbero aiutato a tener sempre vivo lo spirito del progetto - una concentrazione di imprese, un laboratorio visibile e un punto di riferimento, ideale e anche operativo, delle altre imprese EdC.

Polo Solidaridad

Polo Spartaco

Polo Solidaridad

Polo Solidaridad

Polo Solidaridad

Polo Solidar

Polo Solidaridad

Polo Lionello

Polo Solidaridad

Polo Ginetta

Polo Solidaridad

The Box

Polo Solidaridad

Polo Giosi Guella

Polo Solidaridad

Polo Mariapoli Faro

Polo Solidaridad

B6748 O'Higgins, Buenos Aires, Argentina

+54 236 453-2003 (Mariàpolis Lia)

Nel mese di luglio 1991, a due mesi della nascita di EdC in Brasile, inizia in Argentina, accanto alla Mariapoli Lia, il Polo imprenditoriale "Solidaridad", su 34 ettari di terra.

Si costituisce una S.p.a. che prende il nome UNIDESA (Unità e Sviluppo) per gestire il Polo, per creare le condizioni per l'insediamento di aziende che diano visibilità al Progetto di Economia di Comunione.

Per partecipare al progetto si segue l'indicazione "siamo poveri ma tanti" e si propone l'azionariato popolare di basso valore nominale, così tutti possono partecipare.

Nel 1995 nasce il quartiere per le famiglie che vorranno spostarsi lì, in una parte del terreno (circa 5 ettari) e si preparano le infrastrutture necessarie (acqua, luce, telefono, ecc.) per le aziende.

Ogni anno migliaia di visitatori vengono al Polo per conoscere l'aspetto culturale del progetto e le aziende collegate.

Polo Spartaco

Estrada da Água Espraiada, 5480, Água Espraiada – Cotia – SP CEP: 06726-400 Brasile

Intitolato a Spartaco Lucarini, il Polo Spartaco fu il primo ad essere costituito negli anni immediatamente successivi al lancio del progetto EDC, nelle vicinanze della  Mariapoli Araceli, ora Mariapoli Ginetta, a Cotia (SP).

Una serie di esperti diedero vita alla Espri S.A., società per azioni a capitale diffuso (attualmente circa 4000 azionisti), che si occupò di acquistare il terreno e di edificare i capannoni per le aziende che nel frattempo decidevano di installarsi al Polo. Da allora la società gestisce il Polo concedendo in locazione alle aziende Edc installate i capannoni del Polo e fornendo ad esse una serie di servizi.
L’Associazione dei dipendenti delle aziende del Polo Spartaco si è costituita per concorrere ad una una migliore qualità della vita dei suoi dipendenti, che oggi sono circa un centinaio. L’Associazione offre servizi di assistenza medica e odontoiatrica, microcredito, attività ricreative, sportive e culturali.

Polo Lionello Bonfanti

Loc. Burchio snc, 50063 Figline e Incisa Valdarno (FI)

Italiano

Français

English

Portugais

Español

Deutsch

Polo Ginetta Recife

Estrada do Monjope, 5100 Cruz de Rebouças Igarassu – PE Cep: 53.645 - 337 (Brasile)

Indirizzo uffici: (Mariápolis Santa Maria)
Av. Alfredo Bandeira de Melo, 01 Ana de Albuquerque Igarassu – PE Cep: 53.630-030 Brasile

The Box

Werner-Heisenberg-Straße 4, 86156 Augsburg, Germania

Italiano

Français

English

Portugais

Español

Deutsch

Polo Giosi Guella

R. Sra. da Graça, 2580 Abrigada, Portugal

Polo Mariapoli Faro

Udruga za Ekonomiju zajednistva - Rackog 26 - 48260 Krizevci (Croazia)

Expo 2011: 40 aziende italiane in rete

L'Expo 2011 si svolgerà al Polo Lionello Bonfanti dal 15 al 18 settembre  2011. Intervista a Eva Gullo

Expo 2011: 40 aziende italiane in rete

per creare sinergie, occupazione e innovare il Paese

di Stefania Tanesini

100919_LoppianoLab01_ridSi riconoscono in tre macro aree d'impresa: agroalimentare, edilizia, servizi alle imprese, le prime 40 aziende italiane che hanno aderito alla Expo 2011, presso il Polo imprenditoriale Lionello Bonfanti (Loppiano - Firenze) dal 15 al 18 settembre 2011. La Expo si colloca all’interno di LoppianoLab, originale laboratorio di imprese, associazioni, operatori economici che da tutta Italia si ritroveranno per  condividere progetti e strategie d’azione con il metodo e l’orizzonte della fraternità universale.

Si tratta di una peculiare business community sempre aperta a nuove adesioni quella che si è data appuntamento negli spazi espositivi del Polo imprenditoriale Lionello Bonfanti: ci sono studi grafici e d’architettura, aziende bio-alimentari, gruppi edili, servizi sanitari, ceramisti e operatori di turismo responsabile.

«Crediamo che non si possa più crescere e innovare da soli, soprattutto in questo momento di crisi - dichiara Eva Gullo, presidente della Eva_Gullo03_webEdiC spa, società di gestione del Polo Lionello, tra gli ideatori di LoppianoLab  e della Expo – Non è mai stato così vero che anche in economia ‘l’unione fa la forza’ e sempre più imprenditori hanno voglia di mettersi in rete per creare occupazione e continuare a costruire il bene comune dell’Italia».  Dal 2006 al Polo, sono 20 le aziende che vi risiedono stabilmente ed operano secondo i principi dell’economia di comunione (EdC).

«L’edizione 2011 della Expo – conclude la Gullo – vuole essere una risposta concreta alla forte necessità di creare contatti e sinergie tra aziende per offrire occasioni di scambi, confronti e collaborazioni».

Su 9.600 mq di spazi espositivi, per 4 giorni il Polo Lionello proporrà meeting, tavole rotonde, dibattiti e aree espositive progettate per favorire al massimo incontri, visibilità, confronti su punti di forza e di debolezza del sistema economico italiano ideando anche piattaforme di sviluppo e collaborazione tra imprenditori.

Expo 2011, altri appuntamenti

Oltre una ventina gli eventi promossi dall’edizione 2011 della Expo di Imprese: percorsi di promozione della cultura imprenditoriale, testimonianze, consulenze, seminari e dibattiti per sviluppare le competenze necessarie a realizzare il proprio progetto d’impresa.
Tra i temi privilegiati “Green Economy e nuove opportunità di sviluppo”: un approfondimento sulle potenzialità “antri-crisi” e la ricaduta occupazionale che il settore offre oggi.

100919_LoppianoLab02_ridLa tavola rotonda su “Sviluppo imprenditoriale e cultura della reciprocità: spazio d’incubazione all’interno del Polo”, presenta il Polo Bonfanti - tra i dieci poli d’innovazione nella Regione Toscana - come luogo privilegiato per l’avvio di nuove attività imprenditoriali e per il sostegno e la crescita di attività già esistenti in un sistema integrato di servizi tecnici e di consulenza, che segue la delicata fase di start up, e i primi tre anni di sviluppo del progetto.

La Convention dell'Edc italiana di sabato 17 settembre dal titolo “EdC: imprese, progetti e futuro”, a 20 anni dalla nascita del progetto di Economia di comunione, sarà l’occasione per le 230 aziende italiane (800 nel mondo) per fare il punto ed esplorare nuove piste d’azione su sostegno agli indigenti, diffusione della “cultura del dare” e sviluppo dell’impresa.

LOPPIANOLAB 2011: che cos’è?

Si tratta di un laboratorio nazionale di economia, cultura, comunicazione, formazione e innovazione, presso la cittadella internazionale di Loppiano (FI) e il Polo Lionello Bonfanti delle aziende di Economia di Comunione. Lo scorso anno sono stati circa tremila i visitatori e una settantina le aziende che hanno partecipato alla expo. Promosso dalla cittadella internazionale di Loppiano, Polo imprenditoriale Bonfanti, Istituto Universitario Sophia e Gruppo editoriale Città Nuova, l’edizione 2011 si rivolge a cittadini, operatori economici e culturali, imprenditori e lavoratori, scuole, università e centri di ricerca, aziende ed associazioni di categoria, istituzioni ed enti locali. L’edizione 2011 avrà per titolo: “Sperare con l’Italia”. In rete per il Bene comune. Nel 150° dell’Unità.
 
Info e prenotazioni:
www. pololionellobonfanti.it  - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - reception: 055-8330400

Tags:

Seguici su:

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 418 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.