Poli aziendali EdC

Image

Poli aziendali EdC

Tra gli elementi base della prima intuizione sull'EdC era presente l'idea dei poli produttivi: Chiara Lubich propone di far nascere, nei pressi delle Cittadelle del Movimento - che, con loro presenza, avrebbero aiutato a tener sempre vivo lo spirito del progetto - una concentrazione di imprese, un laboratorio visibile e un punto di riferimento, ideale e anche operativo, delle altre imprese EdC.

Polo Solidaridad

Polo Spartaco

Polo Solidaridad

Polo Solidaridad

Polo Solidaridad

Polo Solidar

Polo Solidaridad

Polo Lionello

Polo Solidaridad

Polo Ginetta

Polo Solidaridad

The Box

Polo Solidaridad

Polo Giosi Guella

Polo Solidaridad

Polo Mariapoli Faro

Polo Solidaridad

B6748 O'Higgins, Buenos Aires, Argentina

+54 236 453-2003 (Mariàpolis Lia)

Nel mese di luglio 1991, a due mesi della nascita di EdC in Brasile, inizia in Argentina, accanto alla Mariapoli Lia, il Polo imprenditoriale "Solidaridad", su 34 ettari di terra.

Si costituisce una S.p.a. che prende il nome UNIDESA (Unità e Sviluppo) per gestire il Polo, per creare le condizioni per l'insediamento di aziende che diano visibilità al Progetto di Economia di Comunione.

Per partecipare al progetto si segue l'indicazione "siamo poveri ma tanti" e si propone l'azionariato popolare di basso valore nominale, così tutti possono partecipare.

Nel 1995 nasce il quartiere per le famiglie che vorranno spostarsi lì, in una parte del terreno (circa 5 ettari) e si preparano le infrastrutture necessarie (acqua, luce, telefono, ecc.) per le aziende.

Ogni anno migliaia di visitatori vengono al Polo per conoscere l'aspetto culturale del progetto e le aziende collegate.

Polo Spartaco

Estrada da Água Espraiada, 5480, Água Espraiada – Cotia – SP CEP: 06726-400 Brasile

Intitolato a Spartaco Lucarini, il Polo Spartaco fu il primo ad essere costituito negli anni immediatamente successivi al lancio del progetto EDC, nelle vicinanze della  Mariapoli Araceli, ora Mariapoli Ginetta, a Cotia (SP).

Una serie di esperti diedero vita alla Espri S.A., società per azioni a capitale diffuso (attualmente circa 4000 azionisti), che si occupò di acquistare il terreno e di edificare i capannoni per le aziende che nel frattempo decidevano di installarsi al Polo. Da allora la società gestisce il Polo concedendo in locazione alle aziende Edc installate i capannoni del Polo e fornendo ad esse una serie di servizi.
L’Associazione dei dipendenti delle aziende del Polo Spartaco si è costituita per concorrere ad una una migliore qualità della vita dei suoi dipendenti, che oggi sono circa un centinaio. L’Associazione offre servizi di assistenza medica e odontoiatrica, microcredito, attività ricreative, sportive e culturali.

Polo Lionello Bonfanti

Loc. Burchio snc, 50063 Figline e Incisa Valdarno (FI)

Italiano

Français

English

Portugais

Español

Deutsch

Polo Ginetta Recife

Estrada do Monjope, 5100 Cruz de Rebouças Igarassu – PE Cep: 53.645 - 337 (Brasile)

Indirizzo uffici: (Mariápolis Santa Maria)
Av. Alfredo Bandeira de Melo, 01 Ana de Albuquerque Igarassu – PE Cep: 53.630-030 Brasile

The Box

Werner-Heisenberg-Straße 4, 86156 Augsburg, Germania

Italiano

Français

English

Portugais

Español

Deutsch

Polo Giosi Guella

R. Sra. da Graça, 2580 Abrigada, Portugal

Polo Mariapoli Faro

Udruga za Ekonomiju zajednistva - Rackog 26 - 48260 Krizevci (Croazia)

Italia - Figline e Incisa Valdarno (FI), 22/01/2016

Taglio del nastro venerdì 22 gennaio per il Centro studi nazionale delle Misericordie “Alfredo Merlini”. Il primo incontro, nel pomeriggio dello stesso giorno, è intitolato “Dono e Reciprocità”.

Nasce al Polo Lionello l'Accademia della reciprocità e del dono

Misericordie rid22 gennaio 2016 dalle 11.30
Polo Lionello Bonfanti
Loc. Burchio snc
Figline e Incisa Valdarno (FI)

Un luogo che vuole essere uno “strumento di crescita e di sviluppo culturale e sociale”, per riprendere le parole del presidente della Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia. Questo è il nuovo Centro studi nazionale delle Misericordie “Alfredo Merlini” che sarà inaugurato venerdì 22 gennaio al Polo Lionello Bonfanti di Incisa Val d’Arno, in provincia di Firenze.

La nuova struttura è pensata come una vera e propria “Accademia della reciprocità e del dono” che nasce con l’obiettivo di analizzare i caratteri essenziali che il volontariato ha assunto nella realtà sociale e approfondire le dinamiche di trasformazione che lo hanno e lo stanno attraversando e che implicano una riflessione sugli orizzonti futuri.
Multidisciplinare e aperta al lavoro in rete, questo sarà la nuova articolazione scientifica delle Misericordie che mira al confronto e alla condivisione di idee, dati e spunti operativi nell’ottica della valorizzazione della pluralità delle vocazioni del volontariato diffuso che oggi, in un sistema di welfare pubblico non sempre efficiente e funzionale, costituisce spesso la risposta principale per la comunità.

«Abbiamo deciso di intitolare il Centro Studi al confratello Alfredo Merlini, originario proprio del Valdarno e presidente della Confederazione in un’epoca di grande crescita per le Misericordie, tra il 1963 e il 1985», spiega il presidente della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia Roberto Trucchi. «E di crescita anche oggi si parla, perché il Centro nasce proprio come strumento di sviluppo non solo per tutto il Movimento ma anche per il contesto sociale generale, a cui potrà certamente portare un contributo scientifico e culturale importante».

La prima iniziativa pubblica ufficiale del nuovo Centro si terrà proprio nel pomeriggio di venerdì 22 gennaio a poche ore dal taglio del nastro in programma alle ore 11,30. A partire dalle 14 è in programma, infatti, l’incontro intitolato “Dono e Reciprocità”. Dopo la meditazione spirituale sul tema di Mons. Franco Agostinelli, Correttore nazionale delle Misericordie d’Italia, alle 15 si terrà un importante momento di confronto aperto con il professor Luigino Bruni, docente di economia politica all’Università Lumsa, e con la profess.sa suor Alessandra Smerilli, docente di Statistica presso la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium”.

Il Comitato Scientifico del Centro Studi delle Misericordie è coordinato dal professor Luigino Bruni ed è composto da Stefano Zamagni, Mauro Magatti e suor Alessandra Smerilli, e aperto a successive integrazioni nel prossimo futuro.

 vedi pdf invito (101 KB)

fonte: Vita

Tags:

Seguici su:

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 468 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.