Tutte le News

Tutte le ultime news dall'Economia di Comunione

Comunione, le parole nuove dell’economia

Pubblicato il primo libro sull'EdC in lingua croata

di Gina Perkov

130203 Faro 09 LB Libro CroatoPresentato all’inizio di febbraio durante la Winter School Edc alla Mariapoli Faro il primo libro su EdC in lingua lingua croata: Comunione, le parole nuove dell’economia, di Luigino Bruni. Nel libro l'autore presenta Economia di Comunione attraverso la scelta di alcune parole-chiave: gratuità, lavoro, impresa, cooperazione, felicità, reciprocità, fraternità, e povertà. Parole che, prese assieme, offrono un’idea di quella parola sintetica e plurale che è comunione. Parole antiche che però nell'esperienza dell'EdC prendono un significato nuovo.

La comunione è la tensione profonda dell’economia e il fondamento del progetto dell'Economia di comunione che mira a far sorgere imprese, gestite con una cultura nuova la "cultura del dare" ”, scrive l'autore nell'introduzione. L’EdC è un progetto economico che coinvolge oggi centinaia di imprese, ma è anche molto di più. L’EdC, infatti, incorpora anche un umanesimo. Le aziende collegate all’EdC sono imprese private a tutti gli effetti, pienamente inserite nel mercato, che salvano dunque la proprietà privata dei beni … ma che mettono i profitti – che l’ideologia capitalista considera lo scopo dell’impresa - in comune.

Nella premessa a questo libro, Bruni scrive che intende raccontare il significato del vivere la comunione in economia oggi, ma anche testimoniare l’evoluzione della Edc croatosua comprensione dell’EdC, così come si è dipanata nei suoi primi anni di vita. "Ho viaggiato in vari paesi del mondo, e ho avuto modo di penetrare le varie dimensioni di questo progetto, che – occorre sempre ricordarlo – nasce da una spiritualità, e quindi si colloca costitutivamente tra 'cielo e terra', cioè tra profezia e storia. I vari capitoli del libro sono quindi le tappe di un viaggio, ben distinte, ma legate le une con le altre: un viaggio, personale e collettivo, che ancora continua. In particolare questo libro testimonia una nuova comprensione delle dimensioni dell’impresa, del mercato e soprattutto della povertà, una realtà che mi si è aperta a mano a mano che l’ho guardata nei suoi diversi aspetti quando sono andato a cercarla in varie regioni del mondo."

Secondo l'autore „comunione“ è il nome nuovo della pace. Se negli anni sessanta si parlava molto di sviluppo, e si sperava che lo sviluppo economico generalizzato, esteso anche ai paesi fino ad allora rimasti ai margini, avrebbe risolto alla radice le ragioni dei conflitti e delle guerre, oggi, dopo decenni di forte sviluppo economico dobbiamo constatare che lo sviluppo da solo non è sufficiente ad assicurare la pace. La crescita economica può avvenire a scapito di altri valori importanti per la convivenza civile, quali l’ambiente, la giustizia, la solidarietà.

Per questo l’autore pensa che la profetica frase di Paolo VI nella Populorum ProgressioSviluppo è il nuovo nome della pace”oggi possa essere declinata come “comunione è il nome nuovo della pace”. Senza comunione non c’è sviluppo autentico e sostenibile, né per i singoli, né per i popoli, né per il pianeta.

Seguici su:

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 928 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.