Asia 2016

EVENTI INTERNAZIONALI

Ucraina: diario di viaggio

Si è svolto da 21 al 25 maggio il viaggio di Alberto Ferrucci e Marta Pancheva in Ucraina

di Alberto Ferrucci

Mappa viaggio Ucraina ridSono arrivato a Lviv (Leopoli) il 21 Maggio, accolto da Oleh, sacerdote cattolico di rito  greco ortodosso legato al Movimento dei Focolari, sposato con una figlia di due anni, e riferimento per quell’area della commissione Justitia et Pax dell’Ucraina. Dopo poche ore è arrivata dalla Bulgaria Marta Pancheva, una laurea magistrale a Sophia, che mi ha accompagnato in tutto questo viaggio, intervenendo in ogni occasione in modo incisivo in particolare nel dialogo con i giovani.

Il viaggio era stato organizzato con conferenze presso le università dell’area di Lviv quale attività di Justitia et Pax Ucraina, per iniziativa del suo responsabile Mykhajlo Melnyc (Misha), novello sacerdote greco ortodosso (che ha optato per il celibato).

Vari gli appuntamenti previsti: un incontro nella Università Pubblica (frequentata da 16.000 studenti) di Termopil, città di circa 300.000 persone posta a circa 200 km da Lviv, quindi  un incontro all'Università di Ivano Frankysk, città di 250.000 persone distante 150 km da Termopil, dove una volta si costruivano tutti gli autobus per l'URSS, e infine due ulteriori incontri nella Università Cattolica di Lviv, città di circa 400.000 persone, a cui si giunge da Ivano Frankysk percorrendo ulteriori 150 km.

Gli spostamenti tra una città e l’altra sono stati effettuati in macchina, guidata da Oleh, nostro accompagnatore per tutto il tempo: lo stato delle strade dell’Ucraina non è il migliore: con frequenti buche e molti mezzi pesanti in circolazione, la  velocità media non supera di 50 km/h: migliori le strade che portano alle città che hanno ospitato l’ultimo campionato di calcio europeo.

Termopil, 21-22 maggio

130521-25 Ucraina 01Lo stesso 21 maggio ci siamo trasferiti a Termopil dove siamo stati accolti da Roman, anche’egli giovane sacerdote greco cattolico sposato, (con una bambina di otto mesi), alloggiando in un albergo accanto al lago attorno a cui è disposta la città.

Il mattino abbiamo assistito alla celebrazione della messa con rito ortodosso officiata da Oleh e Roman nella chiesa in periferia un cui Roman è curato, sita in un capannone: la celebrazione accompagnata da canti molto suggestivi; accanto in costruzione la bella chiesa nuova in mattoni, tutta finanziata dai fedeli: il parroco, sacerdote sposato con otto figli, già ufficiale dell'esercito dell'URSS in Afganistan, autorevole e pratico, è dedito a tante attività nel settore della formazione e subito si è interessato alla Summer School EdC di Madrid.

Accolti con tutti gli onori all’università, abbiamo assieme a Marta presentato a circa 200 studenti, la novità del carisma di Chiara e l'annuncio della EdC, visti nel contesto delle problematiche economiche e sociali del mondo attuale. Alla conclusione sono rimasti a parlare ancora con noi alcuni giovani collaboratori di Roman, interessati a partecipare alla scuola di Madrid: essi potranno costituire il primo nucleo di quanto di Edc potrà nascere in quest'area.

Ivano Frankisk, 22-23 maggio

Dopo una breve visita al centro città siamo partiti per Ivano Frankysk, città nel territorio130521-25 Ucraina 02 dei Carpazi: dopo un viaggio interminabile alla sera siamo stati accolti in un albergo, vicino all'università, la prima struttura creata dalla chiesa greco cattolica locale.

La sera ci ha raggiunto Misha, che come Justitia et Pax intende incoraggiare attività di formazione e la nascita di opere sociali per far crescere la società civile ucraina, oggi inaridita dal precedente regime marxista: localmente invece è molto viva la pratica religiosa, molte le chiese delle varie denominazioni cristiane, parecchie di nuova costruzione; a Lviv studiano 250 seminaristi, numero in crescita: qui non è ancora pienamente giunto lo tsunami della secolarizzazione.

Misha vorrebbe incoraggiare la nascita di cooperative sociali e attività vicine ad EdC, che diano lavoro anche persone con handicap: lo metteremo in contatto con imprenditori EdC dei settori di suo interesse, disponibili a trasferirgli le necessarie conoscenze professionali e magari anche collaborare attivamente. Era presente anche Ivan, uno studente in politologia che l'anno prossimo frequenterà i corsi dell'Università Sophia. 

All’università abbiamo parlato ad un’assemblea di studenti attenta, presente il vice rettore: tutti molto interessati anche alla scuola di Madrid. Con l’ennesimo viaggio in macchina la sera siamo giunti a Lviv, ospitati nella moderna guest-house della Università cattolica.

Lviv, 23-25 maggio

130521-25 Ucraina 03Qui presso la nuovissima Università Cattolica (una università privata che si sostiene per il 20 % con contributi locali e per l’80% con contributi di fondazioni estere), abbiamo avuto due incontri. Un primo di dialogo, su come impostare l'aspetto etico, con i responsabili dei dipartimenti Teologico, Businness Administration,  Management di Organizzazioni Non Profit e Giornalismo: abbiamo presentato il carisma di Chiara, l'EdC, le  Linee per condurre una impresa ed anche la novità del Company Cube; dalle parole del giovane vice rettore abbiamo constatato una particolare vicinanza tra questa università e Sophia: l'inizio di future collaborazioni.

Il secondo incontro è avvenuto  attorno ad un tavolo con persone di diversi ambiti ed 130521-25 Ucraina 05estrazione, venute appositamente anche da fuori città perché interessate all’idea di una nuova economia, persone sensibili allo sviluppo della società civile locale.

Un incontro proficuo che avrà, anche grazie ad Oleh che guida la commissione locale di Justitia et Pax, dei seguiti, comprese partecipazioni alla Summer School EdC di Madrid. Ad esso hanno partecipato anche una studentessa che aveva già incontrato il progetto EdC ed uno studente in scienze politiche giunto da Kiev (10 ore di treno) su invito di un professore che conosce l'EdC.

Alla fine di questo viaggio mi pare di poter dire che l'Economia di Comunione, con il supporto della Commissione Justitia e Pax può essere molto utile allo sviluppo della società civile ucraina, essenziale per il consolidamento della democrazia del Paese. Per Edc abbiamo riscontrato un interesse molto vivo, da parte di tanti, soprattutto giovani. Abbiamo quindi la speranza che gli incontri di questi giorni costituiscano il seme della "pianticella di Edc" in queste terre.

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 653 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.