Asia 2016

EVENTI INTERNAZIONALI

Olanda: economisti a confronto nella EoC Research Summer School

Si è svolto ieri a Mariënkroonun nell'ambito della Summer School Edc, un proficuo scambio di opinioni fra economisti italo-olandesi su EdC e dintorni

di Sibiel van Haastrecht

170823 27 Olanda EoC R SS 01 ridChe posto hanno l'interesse, la reciprocità e la felicità nell'economia? Queste domande sono state al centro della discussione accademica svoltasi ieri  25 agosto 2017 a Mariënkroon, Olanda, nell’ambito dell’ incontro aperto di esperti con settanta partecipanti, che si è svolto per iniziativa della Fondazione Thomas More e del Movimento dei Focolari nel corso della EoC Research Summer School 2017.

Nella sala dell’incontro i partecipanti erano disposti in due cerchi: in quello interno i due professori italiani Luigino Bruni (Università Lumsa) e Vittorio Pelligra (Università di Cagliari), due professori olandesi dell'Università di Tilburg Erik Borgman, Lans Bovemberg insieme a Joost van der Net direttore della fondazione Thomas More, discutevano fra loro. Gli osservatori, nel cerchio più esterno, seguivano le conversazioni e al termine avevano l'opportunità di rispondere o di porre domande.

La prima “provocazione” di Luigino Bruni riguardava la felicità e la povertà. "Se pensiamo che la felicità sia una ricerca 170823 27 Olanda EoC R SS 02 ridindividuale e che il povero sia tale per colpa sua, allora non dobbiamo fare niente". Lans Bovenberg rispondeva che esiste una sinergia tra la ricerca individuale della felicità ed il benessere collettivo: le due realtà non sono in contrasto e possono costituire una situazione win-win. Vittorio Pelligra affermava che se l’economia tende a presupporre che esista una relazione diretta tra il benessere e la ricchezza, in realtà la felicità ha molto a che fare con le virtù, la dignità e l'apprezzamento della vita e non è tanto legata all'economia. La discussione è proseguita con vari interventi sulla reciprocità ed il dono nell’economia, con riferimenti alla teologia protestante ed alle tre forme di amore, eros, philia e agape.  Luigino Bruni concludeva dicendo che  il primo dovere di un economista è quello di amare. La ricerca dimostra che il 95% di tutto ciò che facciamo nelle nostre vite contiene reciprocità.

170823 27 Olanda EoC R SS 03 ridL’incontro si è concluso con alcune domande del pubblico sul ruolo delle imprese, i modelli di sviluppo a breve e lungo termine e sulle strutture di potere nelle aziende.

Alcune dichiarazioni degli esperti che fanno riflettere:

Vittorio Pelligra: "Gli economisti devono dialogare con scienziati provenienti da altre discipline e integrare le loro conoscenze nell'economia. Questo non  può che giovare a tutti".

Erik Borgman: "La società è complessa. Gli economisti hanno la tendenza a semplificare la realtà con modelli 170823 27 Olanda EoC R SS 04 rideconomici. È molto probabile che non siano in grado di descrivere la realtà. E’ importante mantenere la curiosità per tutto ciò che non possiamo “contenere”, siamo solo parte della realtà totale. L'economia di Comunione ci mostra qualcosa di ciò che già esiste ma che gli economisti devono ancora scoprire "

Lans Bovenberg: "Nell'insegnamento delle scuole secondarie, l'accento è posto sul fatto che l'uomo è egoista e auto-interessato. Dobbiamo invece tornare alle origini greche della parola economia - oikonomia – la buona amministrazione della famiglia ".

Luigino Bruni: "Noi economisti vogliamo misurare tutto. La produttività può essere misurata. Ma la misericordia non può essere misurata. Con altri occhi, puoi vedere la stessa realtà in un modo diverso.“

Joost van der Net: "Raccontare storie può essere un altro modo per descrivere quello che sta succedendo nell'economia".

La Eoc Research Summer School che ha fatto da sfondo a questo interessante confronto di economisti, si chiuderà domani domenica 27 agosto. Vi terremo aggiornati.

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 454 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Please publish modules in offcanvas position.

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.