Iniziative Italia

Iniziative, appuntamenti, convegni...

Italia - Misano Adriatico (RN), 07/11/2014

La Biblioteca Comunale di Misano Adriatico, nell'ambito della rassegna filosofica: "Civitas, Le passioni civili", organizza:

È possibile un capitalismo senza “spirito”?

Dialogo fra Luigino Bruni, economista e Carlo Sini, filosofo.

Logo Misano 20147 novembre 2014, ore 21.00
Cinema Teatro Astra
Via d'Annunzio, 20
Misano Adriatico (RN)

Quest'anno alla rassegna filosofica organizzata dalla Biblioteca Comunale di Misano Adriatico, filosofi, sociologi e uomini di cultura intervengono sul tema delle Passioni civili.

Viviamo un tempo un cui solo pochi sentono il dovere di tenere acceso il lumicino di una coscienza civile, fondamentale per la tenuta della coesione sociale.

L'auspicio è quello di una risveglio dell'“homo civicus” che abbia voglia di rituffarsi a capofitto nei meandri della Polis e di prenderne le redini per una rinascita civile del nostro paese. 

Di virtù civili si deve tornare a parlare. Sono le passioni attive che generano comunità e alimentano lo spazio della civitas, luogo decisionale del gruppo e dell'individualità matura, intersezione fra libertà personale e interesse collettivo. E' questo spazio di relazione che dobbiamo ripopolare se siamo interessati alle problematiche del nostro momento storico, spropositate dal punto di vista del singolo.

Giustizia, solidarietà, patriottismo, coraggio, cura del mondo, spiritualità, qualità da coltivare assiduamente in gioventù e conservare con cura nella maturità, non sono prerogativa di uomini moralmente superiori, anzi una logica elementare suggerisce che nessuno basta a se stesso, che la realizzazione personale passa attraverso l'altro e, nella progettualità condivisa, la felicità del singolo dipende da quella comune.

E' dunque alle virtù civili che ha pensato Gustavo Cecchini, direttore della Biblioteca di Misano Adriatico, per un nuovo ciclo di conferenze dal titolo CIVITAS, con l'obiettivo di coniugare riflessione filosofica e proposte socialmente praticabili, in risposta al disorientamento diffuso e all'individualismo narcisista alimentato dalle tecnologie cool. 

Il sesto appuntamento della rassegna in programma per il 7 novembre vede per il secondo anno il dialogo fra l'economista Luigino Bruni e il filosofo Carlo Sini su: "E' possibile un capitalismo senza "spirito"?"

Ci opponiamo al monito secondo cui per essere economicamente competitivi dobbiamo dimenticare le discipline umanistiche, coltivare solo la passione per le tecnologie, trascorrere la vita a tenerci al passo con le novità abbracciando un'esistenza fatta d'ansia. Non accettiamo di diventare instabili come il capitalismo stesso. CARLO SINI e LUIGINO BRUNI parleranno di capitalismo senza spirito, che non è più attività umana, anzi erode i presupposti della civitas trasformandosi in dominio occulto sull'altro. Allontanandosi dallo spirito questa forma di organizzazione economico-sociale ha potuto crescere nello spazio di poche generazioni ma ha perduto la capacità di riprodursi. E' un sistema condannato la cui decomposizione avvelena il mondo.

periodo di svolgimento: dal 03/10/2014 al 14/11/2014, ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

 vedi il programma completodella rassegna

Biblioteca di Misano Adriatico  (Informazioni)
via Marconi, 9 - 47843 Misano Adriatico (RN) - Tel: ++39 0541 618424 - Fax: ++39 0541 618424
Orario giorni feriali: 09.00 - 13.00; 14.30 - 18.30
Orario giorni festivi: chiuso
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici su:

Seguici su:

Chi è online

Abbiamo 590 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.