Momenti Storici

Attraversando la città di San Paolo, Chiara Lubich, nel maggio del 1991, era stata colpita nel vedere di persona, accanto ad una delle maggiori concentrazioni di grattacieli del mondo, grandi estensioni di "favelas".

  • 1991
    1991

    29/05/1991 - Chiara Lubich lancia alla comunità brasiliana raccolta presso la Mariapoli Araceli, l'idea che poi prese col corpo col nome di "Economia di Comunione". La comunità brasiliana accolse con immediatezza la proposta di Chiara che poi si diffuse rapidamente a tutte le comunità dei Focolari del mondo. La data del 29 maggio, che chi la visse ricorda come "il lancio della bomba" è tutt'ora considerata il "compleanno Edc".

  • 1992
    1992

    14/06/1992 - Prima tesi di Laurea. Chiara Lubich coinvolse da subito i giovani nel progetto Edc affidando loro lo studio e la diffusione della sua idea nelle università di tutto il mondo: la proposta venne accolta immediatamente e a poco più di un anno dalla nascita di Edc venne discussa in Brasile la prima tesi di Laurea dal titolo "Una nuova economia". Nel 1994 si decise poi di creare un archivio in cui raccogliere le tesi su Edc

  • 1993
    1993

    Si costituiscono in Brasile e Argentina le società per Azioni Espri e Unidesa che realizzeranno rispettivamente il Polo Spartaco (Brasile) ed il Polo Solidaridad (Argentina)

  • 1994
    1994

    Inizia l'attività del primo polo industriale in Brasile (a Cotia nello stato di San Paolo) che nel 1995 Chiara Lubich intitolerà a Spartaco Lucarini: vi operano l'azienda "La Tunica" e l'Espri SA, società che gestisce il Polo.

  • 1997
    1997

    21/03/1997 - Convegno internazionale Edc a Castel Gandolfo (RM) dal titolo: Linee per condurre una impresa EdC.

  • 1998
    1998

    19/03/1998 - New York - Luminosa e United Nations

    29/04/1998Inaugurazione ufficiale del Polo Spartaco alla presenza di Chiara Lubich

    30/04/1998 - San Paolo Brasile - Nascita del Movimento Economico: Chiara Lubich torna in Brasile per la prima volta, a distanza di 7 anni dalla nascita di Edc e qui comprende la necessità di dare "dignità scientifica" al progetto.

    02/05/1998 - Recife, Brasile - Laurea ad Honorem a Chiara Lubich in Economia, presso l'Unversità Cattolica del Pernambuco. Dalle motivazioni: La personalità, l’opera e la vita di Chiara Lubich, sono esempi vivi del messaggio cristiano di amore e di solidarietà. L’ ‘Economia di comunione’, progetto concreto dell’azione umana e solidale è il contributo di Chiara Lubich per la trasformazione del mondo”. Dalla Laudatio del rettore p. Paulo Severino Peters, S.J.: “L’Economia di comunione è frutto di una ricca spiritualità che fa vivere intensamente il vangelo e lo fa traboccare sul mondo sociale ed economico, trasformando la selvaggia competizione capitalista in una sinfonia umana di comunione".

  • 1999
    1999

    29/01/1999 - Università di Piacenza Laurea ad Honorem in Economia a Chiara Lubich. Dalla motivazione: Per aver “introdotto un nuovo progetto economico con la destinazione di parte egli utili ai poveri dando loro la possibilità di diventare soci delle attività produttive in modo tale che il bene comune sia raggiunto non solo dal possesso dei beni, ma dalla crescita in umanità”.
    Dalla Laudatio del preside della Facoltà di Economia, prof. Vito Moramarco: “Dalla considerazione dei poveri solo a livello del reddito, con l’economia di comunione si passa ad un loro coinvolgimento nell’ambito produttivo facendoli destinatari degli utili conseguiti e, dove possibile, proprietari dell’azienda tramite l’azionariato diffuso. E’ un progetto in sintonia con i contributi dei teorici più innovatori che fanno rientrare l’altruismo a pieno titolo nelle analisi economiche e considerano il benessere individuale sociale non solamente in base all’utilità derivante dall’uso dei beni, ma anche in base alla dimensione sociale e alla realizzazione delle persone”.

    31/05/1999 - Strasburgo: Chiara Lubich presenta il progetto Economia di Comunione al Consiglio d'Europa nell'ambito del Convegno: "Società di mercato, democrazia, cittadinanza e solidarietà: uno spazio per il confronto?"

  • 2001
    2001

    01/06/2001 - Genova - Globalizazione Solidale verso un Mondo Unito - Fondo Giovani

    05-08/04/2001 - Convegno internazionale Edc a Castel Gandolfo (RM) dal titolo: Dieci anni di EdC. Importante intervento di Chiara Lubich.

  • 2003
    2003

    17/05/2003 - Loppiano: Chiara Lubich saluta gli imprenditori EdC italiani in occasione del lancio del Polo Lionello Bonfanti.

  • 2004
    2004

    10-12/09/2004 - Convegno internazionale Edc a Castel Gandolfo (RM) dal titolo: Nuovi orizzonti dell'Economia di Comunione.

  • 2006
    2006

    28/10/2006 - Loppiano: Inaugurazione del Polo Lionello Bonfanti.

  • 2007
    2007

    Side Event alle Nazioni Unite.

    30/11-2/12/2007 - Convegno internazionale Edc a Castel Gandolfo (RM) dal titolo: "Lavorare in Comunione" - Chiara Lubich invia il suo ultimo messaggio ai partecipanti al Congresso (morirà il 14 marzo dell'anno successivo).

  • 2011
    2011

    25-29/05/2011 - Eventi per i 20 anni di Edc: Assemblea Internazionale “Protagonisti oggi di una nuova economia” dal 25-28 maggio 2011 - Mariapoli Ginetta (Vargem Grande Paulista) e l'evento conclusivo del 29 maggio 2011 - Sala Memoriale dell'America Latina (San Paolo).

  • 2015
    2015

    27-31/05/2015 - Convegno internazionale Edc dal titolo: "Diciamo Sì ad una economia di comunione".

  • 2016
    2016

    25-29/05/2016 - Congresso Panasiatico Edc 2016 in occasione dei 25 anni di EdC dal titolo: "Economy of Communion, an economy for all".

  • 2017
    2017

    04/02/2017 - Edc da Papa Francesco

  • 2018
    2018

    2-4/11/2018 - Prophetic Economy.

Cosa fare?

Giunta alla cittadella del Movimento, la Mariapoli Araceli, vicino San Paolo, constatava che la comunione dei beni praticata nel Movimento fino ad allora non era stata sufficiente nemmeno per quei brasiliani, a lei così prossimi, che vivevano momenti d'emergenza.

 Spinta dall'urgenza di provvedere al cibo, ad un tetto, alle cure mediche e se possibile ad un lavoro, e con in animo l'enciclica di Giovanni Paolo II "Centesimus Annus" appena pubblicata, aveva lanciato l'Economia di Comunione:

 

"Qui dovrebbero sorgere delle industrie, delle aziende i cui utili andrebbero messi liberamente in comune con lo stesso scopo della comunità cristiana: prima di tutto per aiutare quelli che sono nel bisogno, offrire loro lavoro, fare in modo insomma che non ci sia alcun indigente.

Poi gli utili serviranno anche a sviluppare l’azienda e le strutture della cittadella, perché possa formare uomini nuovi: senza uomini nuovi non si fa una società nuova!
Una cittadella così, qui in Brasile, con questa piaga del divario tra ricchi e poveri, potrebbe costituire un faro e una speranza".

 

L’adesione dei presenti era stata immediata: tutti si erano sentiti coinvolti, scossi nel profondo, e si erano lanciati a dare il proprio contributo personale nelle maniere più diverse, attuando con nuovo slancio e radicalità la comunione dei beni vissuta nel Movimento sin dagli inizi.

Tutto in comune: soldi e gioielli, terreni e case, disponibilità di tempo, di lavoro, di trasferimento, offerte di dolore, di malattie… come chi ha dato tutti i suoi risparmi, 4.000 dollari, "perché facciano parte di questo oceano d’amore, come una goccia d’acqua…e Dio trasformi questo sogno in una grande realtà che illuminerà l’inizio del Terzo Millennio".

Il ‘sogno’ di allora sta diventando realtà: molte aziende sono nate e non solo in Brasile, ma in molti Paesi del mondo, imprese già esistenti hanno fatto proprio il progetto, modificando lo stile di gestione aziendale e la destinazione degli utili.

Chi è online

Abbiamo 867 visitatori e nessun utente online

© 2008 - 2019 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - info@marcoriccardi.it